Business Coaching: cosa ci insegnano le Olimpiadi di Londra 2012

Lo spirito sportivo e competitivo che anima le gare e gli sforzi di tutti questi campioni ispira alcuni principi di business coaching, che possono aiutarvi a vincere l'oro olimpico nelle sfide poste dal mercato globale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Business-coaching-cosa-ci-insegnano-le-olimpiadi-di-londra-2012

Sembra ieri eppure sono già passati 4 anni dall'ultima fantasmagorica Olimpiade di Pechino 2008. Esisteva ancora Lehman Brothers, l'Euro forte e robusto era scambiato a 1,55 contro il dollaro, la crisi economica sembrava circoscritta al mondo americano e Obama,neo presidente, incarnava le speranze di crescita e di pace di tutto il mondo.

Ci ritroviamo oggi ad inaugurare le Olimpiadi di Londra 2012 con uno spirito molto diverso. Rimangono le emozioni per queste gare e atleti, ma sono accompagnate da una preoccupazione globale per le sorti delle economie dei paesi occidentali.

Tuttavia, le Olimpiadi rappresentano da sempre un momento di fratellanza e di sport, in cui le sfide non sono a colpi di spread e speculazioni finanziarie ma si svolgono sui campi sportivi. Questo ci ricorda che, se applicassimo lo stesso spirito anche nella vita quotidiana, probabilmente anche l'economia migliorerebbe. Lo spirito sportivo e competitivo che anima le gare e gli sforzi di tutti questi campioni ispira inoltre alcuni principi di business coaching, che mi piacerebbe condividere con tutti voi manager e imprenditori che leggete questo blog e che in questo momento state lottando per mantenere alta la competitività delle vostre aziende.

Ecco quindi alcuni consigli per farvi ottenere l'oro olimpico nella sfide che il mercato globalepone:

1) Gli atleti e le squadre giungono agli appuntamenti importanti come appunto le olimpiadi eccellendo in una disciplina sportiva: quindi FOCUS su ciò che sanno fare meglio. E' vero che ci sono i decatleti , ma la loro disciplina è quella di eccellere in tanti sport diversi. Suggerimento di coaching: sia che siate manager che imprenditori siate focalizzati su un un "prodotto" core e concentratevi su quello. Siate i migliori in quello che sapete fare meglio

2) Gli atleti che si presentano alle Olimpiadi hanno alle spalle anni di allenamento, nei quali non hanno trascurato alcun dettaglio. Con il loro coach e allenatore hanno studiato percorsi di duro allenamento e affinato quella sintonia che arricchisce il rapporto sotto il profilo umano e sportivo.Suggerimento di business coaching: presentatevi sui mercati internazionali con la preparazione adeguata, con il giusto allenamento ed accompagnati da un coach che sappia valutare i vostri progressi, i vostri punti deboli e vi dia la giusta carica per vincere le vostre sfide "olimpiche".

3) gli atleti e i team olimpici sanno affrontare gli imprevisti e per quanto si allenino duramente negli anni precedenti alle gare. Bisogna essere preparati a gestire gli imprevisti per non compromettere il lavoro di tanti anni: condizioni meteorologiche avverse, piccoli infortuni, arbitraggi non impeccabili…questi sono solo alcuni esempi di imprevisti che possono capitare nella vita di uno sportivo professionista. Anche nel lavoro si possono presentare imprevisti e contrattempi ed i tempi incerti in cui viviamo ne sono un esempio concreto. Non lasciatevi cogliere impreparati, ma fate ricorso alle capacità di reazione e alla flessibilità, cercando di avere sempre a disposizione un "Piano B" per far fronte alle difficoltà impreviste. In fondo chi vince non sempre è il più forte, ma quello che si adatta prima e meglio agli imprevisti.

Infine, un ultimo sueggerimento per tutti: osservate in ogni gara di queste Olimpiadi qual' è l'atteggiamento di questi atleti straordinari: la loro determinazione, concentrazione, passione e voglia di vincere. Chiedetevi: nel mio lavoro ho lo stesso atteggiamento vincente e determinato? Sto lottando con la stessa determinazione e concentrazione? Sto affrontando gli imprevisti con la stessa capacità e competenza di questi campioni? Se a qualcuna di queste domande avete risposto no allora è tempo di muoversi e farsi allenare seriamente da qualcuno che sappia come farvi vincere.

 

 
Torna su
MilanoToday è in caricamento