Campari abbandona Milano: il colosso degli alcolici trasferisce la sede legale in Olanda

La sede fiscale dell'azienda che produce alcolici rimarrà in Italia. Decisivi i 250 milioni dell'azionista di maggioranza

Campari lascia Milano. La società ha fatto sapere che sposterà la sede legale in Olanda in seguito all'intervento massiccio (250 milioni di euro) della lussemburghese Lagfin, società di proprietà della famiglia Garavoglia e azionista di maggioranza del colosso degli alcolici. L'operazione, annunciata dal gruppo attraverso una nota, dovrebbe essere perfezionata entro il prossimo luglio.

Il ceo della società, Bob Kunze-Concewitz, ha spiegato che il trasferimento della sede legale "non contempla alcun cambiamento riguardo  a organizzazione, gestione e operatività aziendale, e, soprattutto, prevede che la residenza fiscale del gruppo sia mantenuta in Italia". L'amministratore delegato ha poi aggiunto "perseguiamo l'obiettivo chiave di potenziamento del nostro sistema di voto maggiorato a beneficio degli azionisti di lungo termine, e, dunque, l'adozione di una struttura flessibile del capitale che possa ulteriormente supportarci nel perseguimento di opportunità di crescita anche per acquisizioni di dimensioni rilevanti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il trasferimento in Olanda di Campari era stato annunciato prima del lockdown e approvato dall'assemblea degli azionisti a fine marzo. Era stato messo in dubbio in primavera a causa del forte calo del titolo in borsa per l'emergenza coronavirus, calo che ha reso conveniente esercitare il diritto di recesso (fissato a 8,376 per azione) per gli azionisti. La società si era trovata di fronte a un bivio: rinviare l'operazione ai prossimi mesi o fare fronte a un esborso impegnativo per riacquistare le azioni recedenti. L'intervento di Lagfin ha permesso di procedere sull'itinerario stabilito.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

Torna su
MilanoToday è in caricamento