Come comunicare l'Europa in modo innovativo e veritiero?

In un periodo di fake news, il tema della comunicazione è sempre più centrale. Ma come comunica l’Europa?

Se lo sono chiesti Francesco Costa, Francesco Maselli e altri giovani giornalisti nel corso dell’evento ‘Comunicare l’Europa: (nuove) istruzioni per l’uso’ promosso da ISPI, Osare Europa e Civetta il 10 maggio nell’ambito di ‘Europe City Milano’, il festival diffuso che si è svolto dal 9 al 13 maggio con l’obiettivo di costruire una nuova narrazione dal basso sui temi europei.

Spesso i cittadini europei non hanno la percezione dei traguardi raggiunti dall’Unione Europea e di quanto il processo di integrazione abbia causato ricadute sulle loro vite. Parte della responsabilità ricade sul panorama dell’informazione che non sempre si è occupata di Europa in maniera corretta. La realtà è che parlare di Europa non è semplice e coinvolgere i cittadini è altrettanto difficile. Nel corso dell'evento i relatori hanno spiegato come hanno provato a raccontare l’Europa in maniera efficace e innovativa, utilizzando ad esempio i podcast e le newsletter, due strumenti che in qualche modo distraggono meno il lettore/ascoltatore e consentono, pur con flessibilità, di sviscerare un argomento. Due strumenti che in qualche modo aiutano, grazie all’approfondimento, a combattere le fake news così ricorrenti nell’epoca dei social network.

E proprio per combattere le fake news ISPI ha lanciato nel mese di aprile un contest per giovani under 30: raccontare la verità sull’Unione europea in 59 secondi. Non è facile, ma ci sono riusciti i vincitori di “Be True on the EU!”, il concorso di fact-checking lanciato nell’ambito del progetto ‘The Youth & the Parliament. Be true on the EU!. L’obiettivo era coinvolgere i giovani in una campagna di lotta a bufale e fake news in vista del voto europeo, per favorire una scelta che, al di là delle preferenze politiche, sia il più possibile influenzata da un’informazione completa e corretta. Tra i dieci video finalisti, al termine dell’evento del 10 maggio, ne sono stati premiati tre sulla base del numero di “like” raccolti sui social e del voto di una giuria formata da europarlamentari italiani e esperti.

Foto:

I vincitori del contest Francesco Nasi, Federico Mamone, Tommaso Furio e Renato Farfoglia (coautori)

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Malpensa, fagioli scambiati per ovuli di coca: brutta disavventura per un turista brasiliano

Torna su
MilanoToday è in caricamento