Grancasa, la vertenza arriva alla Camera dei Deputati. A rischio lavoratori nell'Alto Milanese

Sono circa 150 gli esuberi del gruppo calcolati in Italia

Continua la vertenza dei lavoratori di Grancasa: è di prima dell'estate l'annuncio dell'avvio del procedimento di licenziamento collettivo che dovrebbe interessare in tutto circa 150 lavoratori. In precedenza, nei punti vendita del Milanese (Legnano, Nerviano e Pero), 42 lavoratori erano stati posti in mobilità dopo la fine dei contratti di solidarietà.

La vertenza va avanti e se ne occupa anche la politica: in Parlamento, per l'esattezza alla Camera dei Deputati, è stato approvato un ordine del giorno al decreto sulle crisi aziendali, con parere favorevole del Governo. «Un risultato importante ottenuto dalla Lega a favore dei lavoratori degli stabilimenti di Legnano, Nerviano e Pero e delle loro famiglie che, da mesi, vivono in un clima di totale incertezza sul loro futuro», dichiara Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo vicario della Lega alla Camera.

«Ci aspettiamo - prosegue l'esponente leghista - che il Governo apra un tavolo di confronto che porti al rilancio di Grancasa e altri gruppi del settore, anche facendo ricorso agli incentivi previsti dal decreto Crescita, evitando il licenziamento collettivo e tutelando al massimo i livelli occupazionali sul territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

Torna su
MilanoToday è in caricamento