Milano, due negozi in Galleria "pronti per asta con il meccanismo dell’incanto": prezzi da urlo

Avviato anche il progetto per i lavori di manutenzione della copertura della Galleria

Repertorio

Approvate le linee di indirizzo per la pubblicazione di nuovi bandi per l’assegnazione di due locali in Galleria Vittorio Emanuele II. Si tratta dei negozi attualmente in uso ad Armani Retail e Gianni Versace Spa, con vetrine nell’Ottagono e con contratti in scadenza nel 2020. 

Galleria, asta con il meccanismo dell'incanto

I due locali saranno oggetto di asta con il meccanismo dell’incanto, previsto per i negozi le cui vetrine affacciano sull’Ottagono o in prossimità di esso. Il bando di gara prevede una prima fase in cui sarà valutata la qualità e l’eccellenza della proposta commerciale dei concorrenti. In un secondo tempo si procederà all’incanto.

I negozi di Armani e Versace

Il negozio attualmente in uso ad Armani Retail sarà messo all’asta con metratura ampliata rispetto a quella attuale: al piano terra con ammezzato e due vetrine sarà aggiunto il primo piano per complessivi 336 metri quadrati. La base d’asta sarà di 2.675,17 euro di canone annuo.

Il negozio attualmente in uso a Versace Spa è composto da tre vetrine, piano terra, ammezzato e interrato per un totale di 253 metri quadrati e partirà da una base d’asta da 2.934,91 euro a metro quadrato.

La manutenzione della copertura in Galleria

L’Amministrazione ha inoltre approvato le linee di indirizzo per lo svolgimento di un’attività d’indagine e di progettazione propedeutiche alla realizzazione di alcuni interventi di manutenzione  sulla copertura in ferro e in vetro del tetto della Galleria.

Le indagini diagnostiche, la relazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica e la modellazione “Fem” delle strutture dovranno essere svolte tenendo conto delle caratteristiche storiche e monumentali della Galleria e  saranno affidate tramite procedura aperta ad evidenza pubblica  con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. 

Per le attività richieste, che partiranno presumibilmente nel mese di marzo 2020 e dureranno circa 150 giorni, è stata assegnata una spesa massima di circa 433mila euro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento