Nocciole, sempre più richieste ma poco coltivate in Lombardia

I programmi per sviluppare questa coltivazione

Immagine Pixabay

Più nocciole in Lombardia. La richiesta del frutto è in cresita da parte dell'industria alimentare, e l'Italia è il Paese che ne consuma di più al mondo. Ma al momento ne importiamo - dalla Turchia - circa il 30% del fabbisogno. Un dato che la giunta della Lombardia vorrebbe contribuire ad invertire, partendo da quasi zero visto che in tutta la Regione le nocciole sono coltivate solo in 127 ettari sui 71 mila nazionali. 

Ideali in particolare le zone pedemontane e montane. Per sviluppare questa coltivazione, l'assessore all'agricoltura Fabio Rolfi e il consigliere regionale Alessandro Corbetta, entrambi leghisti, pensano a inserire misure specifiche sulle nocciole nel piano di sviluppo rurale. Per esempio un sostegno al reddito per i primi cinque anni, se un imprenditore agricolo intende investire creando un noccioleto. 

Rolfi e Corbetta pensano soprattutto alle "intere zone con terreni agricoli abbandonati o che necessitano di essere riconvertiti perché non più redditizi".

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Dramma a Sanremo, turista milanese in vacanza muore annegata mentre fa il bagno

  • Temporali di "forte intensità" in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo di codice giallo

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

Torna su
MilanoToday è in caricamento