Dal primo luglio si potrà pagare sempre meno in contanti: ecco il nuovo tetto per il cash

Scende il tetto dei contanti, mentre una nuova riduzione dovrebbe arrivare all'inizio del 2022

Repertorio

Rivoluzione da mercoledì primo luglio i contanti si potranno usare di meno: il tetto per i pagamenti cash, infatti, scende da 3.000 a 2.000 euro, come previsto dal decreto fiscale. Una nuova riduzione dovrebbe arrivare all'inizio del 2022 con il ritorno della soglia a 1.000 euro, al livello fissato nel 2011 dal decreto Salva Italia e poi cambiata a partire dal 2016. La stretta in arrivo sui pagamenti in contanti non è l'unica novità in arrivo: sempre il primo luglio scatta l'obbligo per i professionisti di installare i Pos per incassare i pagamenti elettronici. Il decreto fiscale prevede però all'articolo 22 un credito d'imposta pari al 30% delle commissioni sui pagamenti con carta di credito e sulle transazioni effettuate mediante altri strumenti di pagamento tracciabili per i professionisti con ricavi fino a 400mila euro l'anno: qui trovate tutti i dettagli.

Tornando alla stretta sui pagamenti in contanti, si tratta di una misura che ha un duplice obiettivo: contrastare l'evasione fiscale e combattere il riciclaggio del denaro sporco. Attenzione: non ci sono limiti specifici per quanto riguarda la movimentazione di denaro in banca sul proprio conto corrente, sia per quanto riguarda i prelievi sia per quanto riguarda i versamenti. Questo perché il versamento o il prelievo non configura un trasferimento di denaro tra soggetti diversi.

Pagamenti in contanti, le novità dal 1° luglio 2020

Cosa cambia, dunque, in sostanza? Lo strumento era già stato stabilito dal decreto n.124/2019, collegato alla Legge di Bilancio, con il fine di riuscire a combattere l’evasione fiscale in maniera più efficace. Come previsto dalla legge numero 157 del 19 dicembre 2019, il limite massimo per saldare i pagamenti in contanti verrà gradualmente abbassato. Le date da segnarsi sul calendario sono il 1° luglio 2020 e il 1° gennaio 2022. Nel dettaglio:

  • dal 1° luglio il limite massimo per i pagamenti in contanti scenderà da 3mila a 2mila euro (in sostanza non si potrà oltrepassare la soglia dei 1999,99 euro);
  • dal 1° gennaio del 2022, invece, ci sarà un secondo step che porterà il limite del pagamento in contanti a mille euro, o meglio a 999,99.

Per effettuare pagamenti pari o superiori a duemila euro, da mercoledì 1° luglio bisognerà usare strumenti tracciabili come bonifici, assegni, bancomat o carte di credito. In realtà non si tratta di una novità assoluta, dal momento che il governo aveva già introdotto il tetto di mille euro per i pagamenti, ma la norma era poi stata modificata dall’esecutivo guidato da Matteo Renzi nel 2016. Il limite dei duemila euro vale sia chi riceve il denaro sia per chi effettua il pagamento, e tocca anche le donazioni e i prestiti (anche se fatti tra familiari). Per cifre pari o superiori a duemila euro, insomma, tutto dovrà essere tracciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono previste sanzioni per chi non rispetterà i nuovi limiti sui pagamenti in contanti. Nel testo del decreto si legge che per "le violazioni commesse e contestate dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 il minimo edittale è fissato a 2.000 euro. Per le violazioni commesse e contestate a decorrere dal 1° gennaio 2022, il minimo edittale, applicabile ai sensi del comma 1, è fissato a 1.000 euro". Le sanzioni sono commisurate all’entità dell’infrazione commessa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

Torna su
MilanoToday è in caricamento