La Regione detta le regole per gli infopoint per i turisti: orari e addetti

Gli infopoint divisi in quattro categorie: ecco le regole

L'infopoint di Orio al Serio (foto In-Lombardia.it / Explora)

Per l'assessora al turismo, marketing territoriale e moda di Regione Lombardia Lara Magoni si tratta di «rendere sempre più omogenea la rete degli Infopoint su tutto il territorio» e «fornire un servizio sempre più efficente e in grado di recepire le peculiarità di ogni singola realtà locale». Ciò si traduce in nuove, stringenti e precise regole per i Comuni e le comunità in generale che vogliono dotarsi di infopoint, ovvero punti di informazione per i turisti sul territorio.

Un primo provvedimento di "armonizzazione" era stato varato nel 2016; ora la Regione lo modifica dividendo gli infopoint in varie categorie (standard, gate, flagship e diffusi). Gli infopoint standard (87 su 92) sono strutture permanenti annuali o stagionali (con aperture dai 3 agli 8 mesi anche non consecutivi). La Regione fissa la loro apertura per non meno di 40 ore alla settimana. I flagship (due in Regione) sono strutture "emblematiche" e sono collocati in località con flussi turistici consistenti. Dovranno restare aperti per non meno di 56 ore alla settimana così come l'unico gate, che si trova presso l'aeroporto di Orio al Serio. I due infopoint diffusi, infine, integrano la rete di tutti gli altri per garantire "copertura territoriale": saranno aperti per non meno di 30 ore alla settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attualmente sono obbligatori almeno due addetti in contemporanea: questa indicazione viene abolita prescrivendo soltanto che il personale sia adeguato ai flussi turistici. D'altra parte vengono però semplificate le procedure con cui la Regione può revocare il "riconoscimento" ad un infopoint in modo che, se non vengono rispettati i parametri richiesti dalla legge regionale, questa procedura sia più rapida e incisiva. Tradotto, non si potrà più "sgarrare" tanto facilmente, se così possiamo dire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Milano, Brumotti di Striscia colpito con una bastonata in testa: ricoverato in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento