Ortomercato di Milano, vendite quasi a livelli pre lockdown: ecco la situazione

La struttura è tornata a un 80% sul dato settimanale pre-emergenza. Aumentano alcuni prodotti

Immagine repertorio

È tornato quasi alla normalità l'ortomercato di Milano: lo dimostrano i dati registrati tra l'11 e il 17 maggio e resi noti dall'istituzione milanese. Le cifre settimanali mostrano  un ritorno alla normalità e ai valori osservati pre-emergenza in quasi tutti gli indicatori.

Unico dato non ancora tornato ai livelli standard è quello degli accessi degli acquirenti privati poiché, per il momento, solo Mercato Fiori e Mercato Carni sono stati aperti al pubblico il sabato mattina. Il Mercato Ittico continua a registrare una crescita dei quantitativi commercializzati (+4% nell’ultima settimana) riportandosi così sull’80% del dato settimanale pre-emergenza. Continua l’aumento per la categoria ambulanti (+12%), in crescita anche il settore della ristorazioni e degli alberghi (+38%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Andamento dei prezzi

I prezzi dei prodotti ortofrutticoli sono in generale stabili. Nel comparto frutta, viene segnalato tuttavia un aumento dell’8% delle mele golden a seguito di un aumento dei consumi e la riduzione del 10% del prezzo delle more. Da evidenziare inoltre l’arrivo al Mercato di pesche, albicocche e ciliegie. Nel comparto verdura l’aumento delle temperature ha portato ad una leggera flessione della domanda con una conseguente riduzione del prezzo di alcuni prodotti quali zucchine e asparagi, rispettivamente scesi dell’8% e del 6%. Sale invece il prezzo di carote (+6%), patate (+8%) e cipolle (+10%). Per quanto riguarda l’ittico, nella settimana dell’11-17 maggio, la maggior parte dei prodotti mantiene un andamento stabile. Gli unici aumenti si registrano per la seppia (+15%) e per la sogliola (+21%) per quanto riguarda il prodotto fresco, mentre nel congelato si segnala un aumento del prezzo del gambero atlantico (+5%) e del calamaro (+7%), dovuti ad un aumento dei quantitativi consumati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

  • Bollettino Lombardia martedì 19 maggio: sempre più guariti, ma risalgono morti e contagi

  • Incidente in viale Monza, travolto e ucciso da un'auto mentre cammina sul marciapiede

Torna su
MilanoToday è in caricamento