homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Arriva la pizza fritta di Sorbillo in centro a Milano: l'apertura (che si fa attendere)

Una pietanza da street food ante-litteram, ma dalla qualità altissima. Che conferma la grande frizzantezza del mondo culinario meneghino (e partenopeo)

Una tipologia di pizza fritta (repertorio)

Gino Sorbillo ci riprova. Dopo aver portato all'ombra della Madonnina "Lievito madre", arriva in città anche la "pizza fritta", ennesima prelibatezza di tradizione napoletana. Una sfida diretta ai 'mitici' panzerotti di Luini. 

Il locale si chiamerà "Antica Pizza Fritta di Zia Esterina", e sarà in una zona centralissima, in via Agnello. La data di apertura presunta, scritta su diversi quotidiani, era entro il 20 marzo 2016, domenica. Ma probabilmente qualche ritardo nei preparativi c'è. Sui social Sorbillo tranquillizza, postanto foto di invoglianti "cartocci" di pizza spiegando che "sta arrivando" anche a Milano. In via Agnello, per ora, tutto è silente. Ma che l'apertura sia imminente?

Di cosa si tratta? "L’impasto è lo stesso di quello della pizza cotta a legna: acqua, farina di tipo 0 da agricoltura biologica, sale marino e lievito madre fresco (con un grammo si preparano 20 pizze). Per farcirla si può scegliere tra sette ingredienti freschi e mai precotti: ricotta di bufala, fiordilatte, salamino di Faicchio in budello naturale, prosciutto cotto nazionale con cosce fresche e non congelate, ciccioli di maiale campani e pepe nero macinato grosso", spiega Sorbillo.

Una pietanza da street food ante-litteram, ma dalla qualità altissima. Che conferma la grande frizzantezza del mondo culinario meneghino: a breve aprirà un'altra pietra miliare della cucina campana, Starita.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Omicidio a Seregno, incontra l'ex in strada: lui la uccide con due colpi di pistola al petto

    • Sport

      Candidare Milano per le Olimpiadi del 2024 al posto di Roma: Maroni lancia la proposta

    • Cronaca

      E' morto lo scrittore milanese, "cannibale", Tommaso Labranca: aveva solo 54 anni

    • Cronaca

      I passanti trovano il cadavere di una donna nel canale Villoresi ad Inzago: disposta l'autopsia

    I più letti della settimana

    • Linate-Malpensa, subito sospeso l'aerobus Alitalia: chiude a settembre

      Torna su
      MilanoToday è in caricamento