Tassisti, manifestazione al Pirellone: "Aiuti subito". Tensione con i colleghi che lavoravano

La manifestazione il 26 maggio

Repertorio

Nuova protesta dei tassisti milanesi con uno striscione che recitava "aiuti subito" sventagliato davanti al consiglio regionale in via Fabio Filzi. I tassisti chiedono che ci sia riguardo alla categoria, che ha perso il 90 per cento degli incassi a causa del lockdown dovuto all'emergenza sanitaria da Coronavirus.

I taxisti hanno protestato davanti al Pirellone: erano circa trecento, e si sono spostati a piedi da piazza Quattro Novembre, limitrofa alla Stazione Centrale. Secondo quanto si apprende, proprio in piazza Quattro Novembre, dove c'è un parcheggio taxi, i manifestanti si sarebbero "scontrati" con i colleghi presenti per lavorare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo qualche momento di tensione e nulla più; dopo la manifestazione, i 300 tassisti si sono recati sul lato opposto della Stazione, in piazza Luigi di Savoia, dove c'è un altro parcheggio taxi, e lo hanno occupato. La manifestazione si è svolta nel pomeriggio di martedì 26 maggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento