Al via il crowdfunding per un libro sulla resistenza a Milano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il Coordinamento ANPI di Zona 6 ha lanciato una raccolta di fondi tramite la piattaforma Becrowdy di crowdfunding per pubblicare il libro Libertà tra i Navigli…La Resistenza in Barona, Lorenteggio, Giambellino, Porta Genova. Milano.

Da un vecchio opuscolo della sezione Barona, ormai introvabile, che raccontava episodi e storie della Resistenza nel nostro territorio - e in occasione del settantesimo della Liberazione (1945-2015) - nasce il progetto di quest’opera, che dovrebbe andare in stampa tra marzo e aprile di quest’anno.

Il libro si propone di divulgare i tratti salienti delle attività legate alla Resistenza e alla Guerra di Liberazione che ebbero luogo nei quartieri dell’attuale Zona 6 di Milano. Riporta alcuni cenni biografici di partigiani, patrioti, deportati e oppositori politici del fascismo, ricordati nelle lapidi commemorative della Zona 6, che qui nacquero o abitarono. Il libro propone alcuni “percorsi della memoria” incentrati sulla visita alle lapidi o ad altri luoghi che nella zona ricoprirono un particolare significato storico durante gli anni del fascismo, della Seconda Guerra Mondiale e della Guerra di Liberazione. Questo consentirà di avviare un ulteriore percorso di ricerca e approfondimento delle tematiche legate alla Resistenza nella Zona per salvaguardare la Memoria.

Libertà tra i Navigli intende raggiungere tutta la cittadinanza, ma soprattutto i giovani. Il Coordinamento ANPI di Zona 6 prosegue così l’opera di ricerca e divulgazione coinvolgendo tutti i cittadini, e dove possibile, anche le scuole, facendo anche leva sul recente protocollo d’intesa tra MIUR e ANPI Nazionale.

“L’aiuto e le donazioni ricevute, oltre a permettere la stampa del libro, aprirebbero una programmazione che dal libro porterebbe a un sito dedicato e una pagina Facebookdichiara Ivano Tajetti, presidente dell’ANPI Barona – Questo permetterà una relazione continua tra fruitori e costruttori, tra memoria e attualità”.

Torna su
MilanoToday è in caricamento