Altri mondi altrove, al via la seconda mostra

Dal 17 maggio, la Biblioteca di Crescenzago ospita Peace In Nature, la storia di Turi - Fotografie di Andrea Coco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Inaugurazione mercoledì 17 maggio 2017 dalle h 18.00 alle h 20.00 In una realtà contemporanea come quella attuale, dominata dalla comunicazione e dai nuovi media, dove ogni cosa scorre a una velocità poco consona all'uomo e le idee sono volatili, la protesta di Turi Vaccaro è silenziosa. E non in senso lato. È realmente agita in silenzio. Un silenzio assordante che grida al mondo che per cambiare le cose dobbiamo prima guardare dentro e fuori di noi come ad una microscopica parte di un tutto, di un intero che si declina e si rigenera ad ogni nostra azione. La lentezza perseguita e difesa come unica velocità ammessa e come scelta profonda. La vita di Turi è un inno al pacifismo, al contatto con la natura, al disarmo planetario, al valore etico e pratico della meditazione e della solidarietà tra pari. Andrea Coco ha seguito le tracce di Turi con non poca difficoltà per alcuni anni, spinto dal desiderio di raccontare una storia che esprime elementi emblematici quanto universali. - Turi Vaccaro è nato a Marianopoli (Caltanissetta) il primo aprile del 1953 da una famiglia numerosa e di ceto basso. In passato ha lavorato in FIAT come operaio specializzato in motoristica. È un uomo forte, calmo, riflessivo. Colmo di energie e perdutamente schiavo della sua coerenza, pur se uomo dei nostri tempi per necessità. Vive di ciò che la natura gli offre. Senza fissa dimora per scelta consapevole, da sempre cittadino del mondo. Rifuggepreconcetti e costumi imposti vivendo in ideale armonia con il mondo naturale e con tutto ciò che lo sostanzia. Si oppone con durezza a tutto ciò che può minacciare e snaturare questo equilibrio. Partecipa con vigore alle battaglie antimilitariste di associazioni pacifiste in Italia e all'estero. Vive con serenità le sue scelte e gode dei frutti che la natura gli dona. Pratica con assiduità lo Yoga e la meditazione, risalendo dalla contemporaneità fino ai pensatori dell'antichità. Si protegge dai colpi letali inflitti all'Uomo dalla vita moderna praticando una vita semplice e umile. Professa il non voler raggiungere ciò che è al di fuori della propria portata visiva. La sua quotidianità è un inno alla lentezza e gli consente di occuparsi soltanto di ciò che gli sta veramente a cuore: la salvaguardia della natura, la crescita interiore dell'Uomo che deriva da un giusto rapporto con essa, le sorti dell'Umanità. Il semplice stargli vicino induce riflessioni non solo riguardo agli effetti del macrosistema socio-economico che ci domina ma soprattutto aiuta a scorgere il potenziale che può scaturire da un cambio radicale delle nostre abitudini. Turi non ha mezze misure, vive all'insegna del qui e ora, vive un tutto con tutto sé stesso in una nobiltà senza limiti che punta inesorabilmente al cuore delle cose. (Paola Riccardi) INFO La mostra è visitabile fino al 31 maggio 2017 nei seguenti orari: Lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato: dalle h 9 alle h 19 Mercoledì dalle h 14.40 alle h 19 - Domenica chiuso Ingresso libero etc@cascinamartesana.com www.cascinamartesana.com

Torna su
MilanoToday è in caricamento