"Capire il cambiamento climatico": dal 7 marzo al 26 maggio al Museo di Storia Naturale

  • Dove
    museo di storia naturale
    Corso Venezia, 55
  • Quando
    Dal 07/03/2019 al 26/05/2019
    9-17:30; chiuso il lunedì.
  • Prezzo
    Intero: 12 euro; ridotto: 9 euro per under 26, over 65, gruppi da 15 a 25 persone, disabili.
  • Altre Informazioni

Dal 7 marzo al 26 maggio presso il Museo di Storia Naturale si terrà una mostra esperienziale dedicata al cambiamento del clima, Capire il cambiamento climatico.

La mostra

La mostra è un percorso narrativo in cui i visitatori possono scoprire le cause e gli effetti attuali e futuri del riscaldamento globale, attraverso il linguaggio fotografico di National Geographic e tecnologie digitali immersive e interattive. La Terra non morirà, è questo il focus dell'iniziativa: potrà cambiare e mutare, ma non scomparirà. Per l'essere umano, invece, si prospetta un futuro diverso, se è vero che il 2018 è stato il quarto anno più caldo della storia a livello globale e il primo anno più caldo in Italia, Francia e Svizzera. Capire le cause e gli effetti del riscaldamento globale è un passo fondamentale per contrastare questa tendenza e comprendere meglio l'evoluzione del futuro.

Oltre 300 scatti fotografici, realizzati da grandi maestri della fotografia del National Geographic, raccontano la profonda trasformazione del pianeta Terra causata dal riscaldamento globale: dalla fusione dei ghiacci perenni che si riducono oltre 400 miliardi di tonnellate ogni anno, ai fenomeni meteorologici estremi come le ondate di caldo senza precedenti o l’incremento di tempeste e uragani, dall’aumento di periodi di intensa siccità all’aumento del livello dei mari di 3,4 millimetri all’anno. Questi drammatici cambiamentiinteressano tutte le regioni del pianeta e sono destinati a intensificarsi nei prossimi decenni se non si mettono in atto interventi efficaci.

"Capire il cambiamento climatico" è una mostra immersiva in cui lo spettatore vive in prima persona i rischi e gli effetti del riscaldamento globale che condiziona la vita dell’uomo e delle specie animali e vegetali. Attraverso installazioni digitali, olfattive e sonore sarà possibile esplorare con i 5 sensi tutti i 400 metri quadrati dell'esposizione.

Aggiornamento orari

Anche grazie ad Engie Italia, Global&Active Partner della mostra, sono stati prolungati gli orari di apertura negli ultimi weekend di marzo, nelle giornate di venerdì 22, domenica 24, venerdì 29 e domenica 31 marzo, fino alle 19:30 così da garantire la migliore fruibilità della prima mostra dedicata al cambiamento climatico. Uno spazio narrativo ed esperienziale in cui i visitatori scoprono le cause e gli effetti attuali e futuri del riscaldamento globale, attraverso il linguaggio fotografico di National Geographic e tecnologie digitali immersive e interattive.       

E' possibile acquistare i biglietti on-line.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra sui film Disney arriva al Mudec

    • dal 19 marzo al 13 settembre 2020
    • Mudec
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 30 agosto 2020
    • Palazzo Reale
  • Chagall, Gauguin e Matisse: la nuova mostra al Museo Diocesano

    • dal 21 febbraio al 4 ottobre 2020
    • Museo Diocesano

I più visti

  • Cosa fare nel weekend a Milano: mostre e biglietti scontati fino al 40%

    • dal 1 al 30 luglio 2020
  • L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra sui film Disney arriva al Mudec

    • dal 19 marzo al 13 settembre 2020
    • Mudec
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 30 agosto 2020
    • Palazzo Reale
  • Estate Sforzesca 2020: oltre 80 appuntamenti all'aperto tra musica, danza e teatro

    • dal 21 giugno al 3 settembre 2020
    • Castello Sforzesco
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento