"Ciao sono io" in mostra a la Triennale

100 autoritratti di artisti molto speciali: i bambini e i ragazzi che hanno trascorso un periodo nel reparto di pediatria dell'ASST Gaetano Pin-CTO di Milano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

L’esposizione riassume in un unico spazio fisico, un anno di incontri tra designer, clown e i pazienti di un ospedale all'insegna delle due parole chiave del progetto "Ciao Sono Io": divertimento e consapevolezza. Alle pareti e sui tavolini perimetrali de "La Balena", lo spazio de La Triennale di Milano dedicato ai più piccoli, si affacciano circa 50 “Silù”, ovvero le sagome di autoritratti di altrettanti bambini che quest’anno hanno trascorso un periodo in Ospedale. Un video mostra le immagini della realizzazione degli autoritratti, dei momenti di gioco e di clownterapia che hanno coinvolto attivamente oltre un centinaio di piccoli pazienti. L’ospedale è di per sé un luogo in cui paura e gioia coesistono e si intrecciano. Un luogo mai vissuto con semplicità e leggerezza da chi si trova a utilizzarlo con aspettative e speranza. "Ciao Sono Io" ha rappresentato l’alternativa positiva offerta al giovane paziente ricoverato in ospedale. Organizzata da ASST Gaetano Pini-CTO Si ringrazia Fondazione Cariplo e La Triennale di Milano Con la collaborazione di ilVespaio Associazione Veronica Sacchi Onlus Istituto Cavalieri

Torna su
MilanoToday è in caricamento