Cripta di San Sepolcro a Milano, la magia dei ritrovamenti dei restauri: le visite notturne

La Cripta di San Sepolcro è l’unico museo a Milano aperto solo di sera con emozionanti visite alla scoperta degli importanti ritrovamenti che i lavori di restauro hanno portato alla luce.

MilanoCard, gestore della Cripta di San Sepolcro vuole rispondere ancora una volta alle esigenze del pubblico che sempre più vive la città soprattutto di sera, una recente ricerca di mercato ha infatti messo in luce come il pubblico è più portato a visitare i musei in orario serale. Per questo oltre alle aperture serali, molti gli eventi organizzati in notturna all'interno della Cripta.

La Cripta di San Sepolcro riaperta nel 2016 dopo oltre 50 anni di chiusura è diventata un caso di successo grazie ad oltre 90.000 visitatori che hanno visitato questo antichissimo luogo dove sono passati oltre 1000 anni di storia e di storie. Un luogo così suggestivo è reso ancora più interessante se scoperto di sera con la possibilità di partecipare a visite guidate che illustrano gli importanti lavori di restauro che stanno interessando la Cripta, per un'esperienza ancora più emozionante.

Con l’acquisto del biglietto il visitatore contribuisce concretamente ai lavori di conservazione della Cripta di San Sepolcro. 


 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

I più visti

  • Parte il Drive-in di Milano: come prenotarsi e quali film vedere

    • dal 24 giugno al 5 luglio 2020
    • Parco Nord
  • L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra sui film Disney arriva al Mudec

    • dal 19 marzo al 13 settembre 2020
    • Mudec
  • Cosa fare nel weekend a Milano: mostre e biglietti scontati fino al 40%

    • dal 1 al 30 luglio 2020
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 30 agosto 2020
    • Palazzo Reale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento