Giovedì 2 maggio vandana shiva interviene alla mostra vetrine di libertà

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

In Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4, Milano, la mostra Vetrine di Libertà – La Libreria delle donne di Milano, ieri, oggi presenta le opere delle artiste, esposte dal 2015 in una delle vetrine della Libreria (la Quarta), quelle donate nel 1975 e una serie di incontri culturali e politici che sono parte integrante della mostra stessa. Il 2 maggio ore 18, l’incontro è dedicato a Vandana Shiva. Già ospite in Libreria delle donne di Milano durante Expo, torna appositamente per questa mostra con una conferenza e un testo in catalogo, edizioni Nottetempo. Dal testo di Vandana Shiva, "Le donne e la biodiversità alimentano il mondo": L’accaparramento del sistema alimentare, dei semi e della terra da parte delle multinazionali ha implicato la marginalizzazione delle donne e delle loro conoscenze, specialmente nel Sud del mondo. Ecco perché abbiamo bisogno dell’Ecofemminismo. L’Ecofemminismo riconosce che i prodotti della natura e la creatività delle donne, quella delle contadine e dei contadini, delle lavoratrici e dei lavoratori, sono importanti e devono essere presi in considerazione. Questa è la “vera economia”: è l’economia della natura, dei popoli, delle donne, delle contadine e dei contadini, perché è la sola ad offrirci prodotti reali (e reali generi alimentari). L’Ecofemminismo enfatizza l’interconnessione fra teoria e pratica, viste come un tutt’uno, sostiene la speciale forza e integrità di ogni essere vivente e promuove un approccio olistico e sistemico alla vita, alla produzione e alla relazione fra essere umano e natura. Questa è la ragione per cui l’Ecofemminismo è una delle risposte fondamentali alla crisi economica e al caos dato dai cambiamenti climatici. La terra e i suoi abitanti non possono più aspettare. Le donne, insieme ai giovani e ad altri gruppi marginalizzati, a piccoli agricoltori e produttori alimentari, sono la chiave per un’effettiva transizione verso sistemi alimentari ecologici che rinvigoriscano il nostro suolo, le nostre terre degradate e la nostra biodiversità. L’incontro è realizzato in collaborazione con Navdanya International Onlus, di cui Vandana Shiva è presidente.

Torna su
MilanoToday è in caricamento