homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius epifaniacarnevalesan-valentinofesta-donnafesta-papapasqua1-maggiofesta-mammaferragostohalloweennatalecapodannochildrenlocation-maps

L'ignoto che appare di Lorenzo Puglisi

L'ignoto che appare di Lorenzo Puglisi alla Galleria Il Milione - Via Maroncelli 7 - 20154 Milano. Tel. e fax 0229063272 info@galleriailmilione.com. Inaugurazione martedì 8 Marzo 2016 ore 18.30. Durata 8 Marzo - 24 Aprile 2016. Galleria 10.30 /13 e 15,30/19 Sabato su appuntamento.

In questa occasione Puglisi, di cui è attualmente in corso un'ampia personale presso la galleria Sobering di Parigi, presenta una serie di dipinti che rivisitano la tradizione del ritratto e l'impianto compositivo di celebri capolavori della pittura del passato. "Matteo e l'Angelo" di Caravaggio, nella grande tela esposta al Milone, si trasforma in una vasta tenebra dalla quale affiorano soltanto alcuni dettagli anatomici: visi, mani e piedi che immergono la scena in un'atmosfera straniante, dal tono oracolare.

Nei dipinti di Lorenzo Puglisi si assiste al capovolgimento del consueto rapporto tra luce e buio. Di solito l'oscurità viene intesa come assenza, sottrazione di luce: il buio che pervade le opere del giovane artista biellese invece sembra nascere da un ispessimento della luce. È come se il bagliore si accumulasse, si addensasse sulla superficie pittorica, e questa esagerazione luminosa portasse all'implosione, alla tenebra.

Le parti irrorate di luce (un chiarore lunare e conturbante) sembrano a loro volta scavate all'interno dell'oscurità. Anche in questo caso il rapporto luce e buio si presenta capovolto: la luce nasce attenuando, sottraendo il buio, anche se ne conserva pur sempre una traccia nelle espressioni contratte e indecifrabili dei volti.

La pittura di Puglisi è attraversata da un profondo desiderio di conoscenza del reale, da una "grande domanda sul mistero del perché siamo qua - come ha ribadito egli stesso in una recente intervista con Bruno Corà -. Per me anche la luce, nell'oscurità, rappresenta qualche cosa che inizia timidamente ad apparire dal nulla che è la mia condizione". Insieme alla luce, però, nei suoi dipinti affiora anche un senso di ignoto che ha qualcosa di allarmante e appagante allo stesso tempo. In fondo "nel presente - come riporta il Libro degli amici di Hofmannsthal - si cela sempre quell'ignoto la cui apparizione potrebbe mutare tutto: è un pensiero che dà le vertigini, ma che consola".



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Real Bodies, arriva a Milano la mostra con 40 cadaveri e 300 organi umani (veri)

      • dal 1 settembre al 31 dicembre 2016
      • Da Definire
    • Torna AriAnteo: il cinema di qualità all'aperto in cinque affascinanti luoghi di Milano

      • dal 1 giugno al 15 settembre 2016
    • Real Bodies, dal 15 settembre a Milano la mostra di cadaveri e organi umani

      • dal 15 settembre 2016 al 10 gennaio 2017
      • Ex fabbrica Faema

    I più visti

    • Real Bodies, arriva a Milano la mostra con 40 cadaveri e 300 organi umani (veri)

      • dal 1 settembre al 31 dicembre 2016
      • Da Definire
    • Torna AriAnteo: il cinema di qualità all'aperto in cinque affascinanti luoghi di Milano

      • dal 1 giugno al 15 settembre 2016
    • Real Bodies, dal 15 settembre a Milano la mostra di cadaveri e organi umani

      • dal 15 settembre 2016 al 10 gennaio 2017
      • Ex fabbrica Faema
    • Milano street parade 2016, il 17 settembre tutti in strada a ballare per dieci ore

      • Gratis
      • 17 settembre 2016
      • Stazione Centrale
    Torna su
    MilanoToday è in caricamento