L'uomo bianco nella foto - L'incredibile storia vera di Peter Norman

Venerdì 13 luglio, alle ore 21.30, va in scena al Castello Sforzesco di Milano "L’uomo bianco nella foto", uno spettacolo di e con Davide Verazzani. Musiche dal vivo di Francesco Covelli.narrazione scenica di e con Davide Verazzani musiche dal vivo di Francesco Covelli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Chi è Peter Norman? A chi appartiene questo nome e cognome così semplice e perfino banale? Per saperlo, bisogna tornare indietro di 50 anni esatti. A quel 1968, anno incendiario e fondamentale. Tornare indietro, e dirigersi a Città del Messico, dove sono in corso le XIX Olimpiadi. Il podio della premiazione dei 200 metri piani diventa un’immagine iconica, una delle più celebri dell’intero secolo: Tommie Smith e John Carlos, per la prima volta nella storia, mettono in scena una protesta silenziosa, alzando il pugno guantato di nero e guardando in basso mentre risuona l’inno statunitense. Peter Norman, velocista australiano bianco, è lì con loro, sul podio. È l’inattesa medaglia d’argento. Sta in piedi, apparentemente ignaro di tutto, in realtà fortemente coinvolto nel gesto di rottura dei due velocisti afro-americani. Immerso nella Storia, pagherà un prezzo durissimo per quell’istante immortalato negli anni. Raccontare la sua storia significa riavvolgere il nastro delle lotte di un’intera generazione per i diritti civili, accorgersi di quanta strada è ancora da percorrere oggi, e venire a conoscenza di questo piccolo grande eroe silenzioso, che dall’Australia ha impartito al mondo intero un’enorme lezione di dignità e fermezza nei propri valori. Biglietti posto unico 5 € (minorenni gratis) + 0,82 € diritti di prevendita. Per informazioni, tel. 346-1326700.

Torna su
MilanoToday è in caricamento