Un'incredibile esperienza sensoriale "con" Marina Abramovic alla Biblioteca Ambrosiana

L’esposizione, curata da Casa Testori, presenta il ciclo di video “The Kitchen. Homage to Saint Therese”, con il quale l’artista che ha rivoluzionato il mondo della performance art si relaziona con Santa Teresa d’Avila, una delle più importanti figure del cattolicesimo.

Con questa iniziativa prosegue il connubio, proposto da VanitasClub (parte del Gruppo MilanoCard), tra questa antichissima area di Milano e la video arte con i grandi artisti contemporanei, iniziato nel 2017 con Bill Viola e proseguito poi con Michelangelo Antonioni e Andy Warhol. L’opera si compone di tre video, che documentano altrettante performance tenute nel 2009 dall’artista nell’ex convento di La Laboral a Gijón, in Spagna. “Estasi è un titolo che si ricollega allo straordinario precedente della Santa Teresa di Gian Lorenzo Bernini” - spiega Giuseppe Frangi, direttore scientifico di Casa Testori -. “Marina Abramović giocandosi in prima persona e usando un linguaggio contemporaneo con queste sue opere infatti rinnova e vivifica un grande tema della tradizione”.

“Con Marina Abramović proseguiamo quel percorso di riflessione e meraviglia che abbiamo iniziato due anni fa con Bill Viola in una delle aree più straordinarie della nostra città” – spiega Edoardo Filippo Scarpellini, Amministratore Delegato di VanitasClub – “Cogliamo questa importante occasione per avviare inoltre il rebranding commerciale del Gruppo che ci ha portato a riunire tutte le nostre attività di edutainment sotto il marchio VanitasClub che vuole accentuare il legame con la bellezza e la riflessione personale che le nostre attività riteniamo producano.” L’allestimento, curato dall’architetto Martina Valcamonica, particolarmente suggestivo, condurrà il visitatore a compiere un “cammino” progressivo attraverso la visione delle tre opere. Curata da Casa Testori e prodotta da VanitasClub (parte di Gruppo MilanoCard), in collaborazione con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, la mostra è parte del percorso di visita che conduce alla Cripta di San Sepolcro, da poco riportata al suo splendore grazie ai lavori di restauro.

A partire da Sabato 26 Ottobre, sarà possibile vivere “Marina Abramović / Estasi” in maniera ancora più speciale, grazie ad esclusive date di cena placé. Un’occasione per degustare i migliori menù immersi nella video-arte della donna che ha rivoluzionato il mondo della performance art. Dopo aver ammirato le tre opere, i visitatori potranno accomodarsi all’interno della sala, dove un catering di prima qualità gli servirà i piatti desiderati, a scelta tra opzioni di terra, di mare, vegetariane e vegane, tutte realizzate con prodotti freschi e studiati con cura per gli ospiti. Si parte con una selezione che prevede: ▪ Per il menù di terra: mondeghili della tradizione su crostone di polenta, lasagnetta al ragù e fonduta di parmigiano, filetto di maialino bardato al bacon e erbe aromatiche, salsa al marsala con tortino di patate e formaggio filante, tiramisù dello iuta con nutella e amaretto, calice di vino, acqua e caffè; ▪ Per il menù di mare: guazzetto di mare e crostini di segale, crespella con bisque di crostacei, pomodorino e basilico, orata alla mediterranea con tortino di patate e formaggio filante, tiramisù dello iuta con nutella e amaretto, calice di vino, acqua e caffè; ▪ Per il menù vegetariano: polpettine vegetariane dello Iuta con salsa tzatziki, vellutata di broccolo romanesco con crumble di amaretti e fonduta di parmigiano, burratina dop e caponata di verdure, tiramisù dello iuta con nutella e amaretto, calice di vino, acqua e caffè; ▪ Per il menù vegano: mini bowl riso venere e quinoa, pomodori secchi, tofu, olive di taggia, semi di sesamo tostati, vellutata di broccolo romanesco e semi di girasole, spezzatino di seitan con caponata di verdure, crostata sambuco e lampone vegan, calice di vino, acqua e caffè. Questi menù, che cambieranno ogni mese, potranno essere modificati in base sia alle esigenze alimentari sia alle preferenze dei clienti, il che renderà possibile vivere quest’esperienza anche per celiaci e persone con altre allergie o intolleranze. Un’attenzione particolare sarà poi posta a clienti che decideranno di partecipare alla cena in occasione di ricorrenze quali compleanni e anniversari: per loro, una sorpresa speciale a fine pasto. Il biglietto di questa esperienza è di 39€ (inclusivo di visita alla mostra, alla Cripta di San Sepolcro e cena); prenotazione obbligatoria sul sito www.vanitasclub.org/cena-abramovic Il calendario di iniziative collaterali si arricchirà poi nel corso delle settimane di diverse altre proposte, che permetteranno di vivere la mostra con esperienze speciali quali cocktail party e visite in notturna, senza tralasciare le attività dedicate alla cura del corpo e della mente o studiate per le famiglie.

Dove: Biblioteca Ambrosiana, piazza San Sepolcro, Milano
Orari: ogni sabato, h 19:30 e h 21:20
Telefono: 02 9296 5790 / Whatsapp +39 333 1704695
Email: cripta@vanitasclub.org
Sito web: www.vanitasclub.org/cena-abramovic

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio 2018 al 31 dicembre 2019
    • Cà Granda
  • A Palazzo Reale una mostra con opere di Picasso, Monet e Gauguin provenienti dal Guggenheim di New York

    • dal 17 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Reale
  • 'Nikola Tesla Exhibition': a Milano arriva la mostra con spettacolari fulmini artificiali 'indoor'

    • dal 5 ottobre 2019 al 22 marzo 2020
    • Spazio Ventura XV

I più visti

  • A Milano il Villaggio di Natale più grande d'Italia: un mega parco a tema di 30mila metri quadrati

    • dal 29 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Ippodromo di San Siro
  • A Milano la maxi mostra dei Lego: intere città e mondi ricostruiti

    • dal 11 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo della Permanente
  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio 2018 al 31 dicembre 2019
    • Cà Granda
  • A Palazzo Reale una mostra con opere di Picasso, Monet e Gauguin provenienti dal Guggenheim di New York

    • dal 17 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Reale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento