Mostra personale di andrea clementi | La scultura della materia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Per un'artista la materia è tutto, è il luogo a cui si affida la propria anima, il tempo della riflessione e della creatività. Per Andrea Clementi la materia che usa per i propri lavori è pura invenzione, qualcosa di personale che prima non c'era. Filo, legno o corda in mano sua perdono la memoria di sé e diventano un'altra cosa, appunto materia: luogo dell'anima.

Nascono così forme e figure, sculture e istallazioni, racconti e oggetti, progetti e mondi possibili che solo lui è in grado di immaginare con gli occhi della mente e creare come un demiurgo la propria creatura. Le mani di Andrea Clementi sviluppano un nuovo modo di affrontare la tradizione, nuove prospettive tutte da leggere come in un libro.

L'Opera torna così ad essere pura arte anzi artificio, quella cosa che in natura non c'è ma che si impone come lavoro del pensiero. Mani esperte e veloci alla ricerca di nuove frontiere della realtà su cui, volendo, ci si può anche sedere e riposare.

Michelangelo Coviello

Vernissage 26 ottobre alle 18.30

Torna su
MilanoToday è in caricamento