Annullata la mostra "Porno per bambini" dopo le polemiche e le minacce di morte

Non era il nome della mostra ma dell'artista, e non sarebbero state esposte immagini pedoporno. Ma le polemiche sono state troppo forti

Una delle opere in mostra

E' stata cancellata la mostra dell'artista "Porno per bambini" alla Santeria Social Club di viale Toscana, a Milano, dopo le forti polemiche da parte di tutte le forze politiche cittadine e perfino minacce di morte agli organizzatori e all'artista stesso (che si è momentaneamente tolto da Facebook). Secondo la Santeria si tratta di un colossale equivoco nato dall'accostamento delle due parole, porno e bambini. In realtà, "Porno per bambini" non è il nome della mostra ma quello dell'artista; e le opere che sarebbero state esposte consisterebbero in disegni e schizzi simili a quelli effettuati solitamente dai bambini.

Immagini, insomma, tutto tranne che pedopornografiche. Ma il semplice nome ha fatto scatenare le reazioni indignate di diverse forze politiche, a cominciare da Forza Nuova, che ha parlato di "ennesimo sdoganamento della pedofilia" citando raccomandazioni dell'Organizzzazione Mondiale della Sanità secondo cui sarebbe consigliabile "la masturbazione per i bambini da 0 a 4 anni e la visione di video porno per quelli da 6 a 9". In realtà non sarebbero vere e proprie linee guida, queste, bensì il suggerimento di parlare di sessualità non solo in negativo e con un linguaggio appropriato all'età.

Con Forza Nuova anche diversi esponenti della Lega e, nel mondo dell'associazionismo, varie realtà "pro vita". Ma anche la consigliera del Partito Democratico Sumaya Abdel Qader, che ha parlato di "schifezza per la quale qualcuno dovrà dare non poche spiegazioni". La mostra, che doveva inaugurarsi il 13 dicembre, è stata - come si diceva - annullata da Santeria, che su Facebook scrive: "Il suo messaggio è stato frainteso ed equivocato nonostante fosse estraneo a qualsiasi condotta deprecabile e non abbia davvero nulla a che fare con i dubbi sollevati. Era un mostra di disegni stilizzati, vignette di come l'illustratore si immaginava la sessualità quando lui stesso era bambino, ma crediamo non vi siano le condizioni per farla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento