Annullata la mostra "Porno per bambini" dopo le polemiche e le minacce di morte

Non era il nome della mostra ma dell'artista, e non sarebbero state esposte immagini pedoporno. Ma le polemiche sono state troppo forti

Una delle opere in mostra

E' stata cancellata la mostra dell'artista "Porno per bambini" alla Santeria Social Club di viale Toscana, a Milano, dopo le forti polemiche da parte di tutte le forze politiche cittadine e perfino minacce di morte agli organizzatori e all'artista stesso (che si è momentaneamente tolto da Facebook). Secondo la Santeria si tratta di un colossale equivoco nato dall'accostamento delle due parole, porno e bambini. In realtà, "Porno per bambini" non è il nome della mostra ma quello dell'artista; e le opere che sarebbero state esposte consisterebbero in disegni e schizzi simili a quelli effettuati solitamente dai bambini.

Immagini, insomma, tutto tranne che pedopornografiche. Ma il semplice nome ha fatto scatenare le reazioni indignate di diverse forze politiche, a cominciare da Forza Nuova, che ha parlato di "ennesimo sdoganamento della pedofilia" citando raccomandazioni dell'Organizzzazione Mondiale della Sanità secondo cui sarebbe consigliabile "la masturbazione per i bambini da 0 a 4 anni e la visione di video porno per quelli da 6 a 9". In realtà non sarebbero vere e proprie linee guida, queste, bensì il suggerimento di parlare di sessualità non solo in negativo e con un linguaggio appropriato all'età.

Con Forza Nuova anche diversi esponenti della Lega e, nel mondo dell'associazionismo, varie realtà "pro vita". Ma anche la consigliera del Partito Democratico Sumaya Abdel Qader, che ha parlato di "schifezza per la quale qualcuno dovrà dare non poche spiegazioni". La mostra, che doveva inaugurarsi il 13 dicembre, è stata - come si diceva - annullata da Santeria, che su Facebook scrive: "Il suo messaggio è stato frainteso ed equivocato nonostante fosse estraneo a qualsiasi condotta deprecabile e non abbia davvero nulla a che fare con i dubbi sollevati. Era un mostra di disegni stilizzati, vignette di come l'illustratore si immaginava la sessualità quando lui stesso era bambino, ma crediamo non vi siano le condizioni per farla".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (28)

  • solita ipocrisia... i bambini passano moltissimo del loro tempo da soli davanti al computer e chissà, da soli, in cosa si imbattono... figuriamoci se spiegare cose è un'opzione prevista molto meglio far finta di nulla e censurare. soliti bigotti... senza contare che la mostra non c'azzecca nulla... questo espone in giro per il mondo poi arriva a milano e viene minacciato di morte. che paese di bifolchi

  • I sinistroidi che rosicano...che goduria

    • E la cultura, di cui tanto ci vantiamo, va a farsi friggere... Ma tu godi, giusto?

      • Direi che la cultura a Milano è già ben rappresentata da moltissime mostre, da tantissimi Musei. Ed io godo per quella cultura.

  • Non ho capito un... L'artista fa Porno di cognome? E perché la mostra si dovrebbe intitolare Porno per bambini? Come dire... CIMABUE per adulti? Sono confuso...

  • Che paese provinciale ????non e’ Italia e’ stato vaticano ????

  • Impossibile cercare di conoscere meglio quest'artista: qualsiasi ricerca su Google finisce miseramente... :)

    • E attenzione alla polizia postale prima che la scambino, a lei si, per una pedofila! :-)

  • Che bello vedere tanto bigottismo!!! L'ignoranza dilaga nella città della cultura, ed i politi corrono ai ripari per queste fesserie perchè è il popolo che lo vuole. Quanta tristezza! Tutti questi genitori indignati, quando i figli probabilmente a 12 anni passeranno ore a vedere della vera Pornografia ed a provare ad attuarla su persone normali, con conseguente distacco dalla realtà che già oggi è fortissimo. In tutto questo consiglierei ai Cellerini, Bigotti Piduisti di ascoltare la canzone Jimmy il Pedofilo di Elio e le Storie Tese...un saluto a Gianluigi Bombatomica.

    • I bambini non credono nemmeno loro alla storia della cicogna. E per questo che i genitori si arrabbiano.

    • Grande

  • Io ricordavo in passato che l'arte era altro...oggi con l'uso indiscriminato di droghe ha trasformato evidentemente il senso di arte...colpa mia che sono poco trasgressivo

    • La sua colpa, al limite, è quella di concentrare molte stupidaggini in una manciata di parole! Forse le sfugge il senso dell'arte, la sua storia e tutto ciò che la circonda! Ma va beh.

      • Va bè dai, è solo un fascistello ignorante...

    • Ricordi proprio male. Già nel periodo ellenistico o nell'antica roma certi contenuti erano "sdoganati". Mai andato a Pompei? Mai sentito parlare di Michelangelo Buonarroti? O Pablo Picasso? O Gabriele D'Annunzio? La malizia è tutta negli occhi di chi guarda. Oh mi raccomando poi mandate i bambini a vedere l'ultimo cinepanettone

    • Infatti una volta gli artisti mica si drogavano! ????????????

  • Un italiano medio al massimo legge il titolo... Figuriamoci cosa può insegnare.

    • Per fortuna lei alza la media.

      • Sono soddisfatto anche io.

  • e meno male cax zzo

    • Meno male che nn sono italiano????

  • Questi si che sono Artisti. Opere da esporre al Louvre e a Brera. Mi domando quale psicanalista lo abbia curato da evidenti traumi della prima infanzia.

    • Ha già esposto al Louvre e New York ignurant

  • Se i politici fossero così uniti e pragmatici per lecose più serie e non per queste stupidaggini l’Italia non andrebbe a rotoli

    • Molto più semplice risolvere un problema inventato che uno reale!

  • Già uno che si chiama porno x bambini fa schifo, figuriamoci la sua mostra.

    • E che dire di uno che si chiama Giovannino? (Che so: Giovannino sei un cretinoM Giovannino fammi un po***no; eccetera)

      • ahahahah

Notizie di oggi

  • Video

    Sesso, cibo e pane in cambio di una dose: con i carabinieri tra i "fantasmi" di Rogoredo. Video

  • Video

    Inter-Psv 1-1, video gol e highlights: Icardi non basta, i nerazzurri fuori dalla Champions

  • Cronaca

    Milano, follia nella scuola elementare: maestro preso a pugni in faccia dallo zio di un bimbo

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

I più letti della settimana

  • Selvaggina, idromele: a Milano arriva Valhalla, il primo ristorante vichingo d'Italia

  • Milano apre un nuovo Esselunga: ecco come sarà il superstore

  • Tragedia al concerto del trapper milanese Sfera Ebbasta: sei morti e otto feriti gravi

  • Blocco del traffico a Milano da venerdì 7 dicembre: superati i limiti polveri sottili (PM10)

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Fabrizio Corona aggredito al bosco della droga di Rogoredo

Torna su
MilanoToday è in caricamento