Espressiooni [del sentire umano] ... 24 maggio 2014

Possiamo costantemente osservare sia nella vita quotidiana con i parenti, gli amici, i conoscenti, gli amori, sia nel lavoro, degli atteggiamenti fondamentali di vita, di coscienza e di comportamento legati all'orientamento del pensiero femminile e maschile in tutte le loro possibili sfaccettature. Tra i tanti miti dell'antica Grecia ce n'è uno - quello raccontato da Aristofane nel Simposio di Platone - che ben si presta a cogliere l'ambivalenza dei generi umani come archetipo della ricerca amorosa ed espressione simbolica della riunificazione. Il mito narra di come gli esseri umani (uomini, donne e androgini) avevano la forma di una sfera e si muovevano rotolando su quattro mani e quattro piedi. Senonché, Zeus decise di separarli per sempre tagliandoli a metà. A partire da quel momento, ciascuna metà si trovò a essere in costante ricerca della metà perduta. Il mito quindi rimanda a una dimensione relazionale e intersoggettiva, dove la ricerca del "diverso da sé", e la fedeltà a se stessi rivestono un ruolo fondamentale per ogni essere umano creando l'opportunità di (ri)conoscere l'altro come persona, portatrice di una propria storia e di una propria individualità. Questo progetto nasce dalla necessità di esprimere aspetti identitari e relazionali importanti nel riconoscere le uguaglianze e le diseguaglianze dell'altro. All'interno dell'evento saranno presentate opere di fotografi e poeti volte a rappresentare, ognuno con le proprie modalità e medium, stati d'animo, riflessioni, approfondimenti sul pensiero del proprio genere di appartenenza, fondati sulla propria storia individuale. Una narrazione collettiva che vuole sottolineare una concezione delle diversità che declina nell'unico modo possibile la sostanza dell'uguaglianza e insegna non solo che si può essere differenti e uguali, ma che le differenze rappresentano una risorsa per ciascuno e segnano di significato i percorsi della crescita per divenire individui. Inaugurazione Mostra ed Evento Poetico 24 Maggio 2014 - ore 19.00 PER LA POESIA Sebastiano Adernò, Liugi Cannillo, Lella de Marchi, Nino Iacovella, Luisa Pianzola, Claudia Piccinno. PER LA FOTOGRAFIA Paola Cominato, Donatella D'Angelo, Alex Gallo, Josè Lasheras, Isabella Soomati, Stefano Tommasi MUSICA Stefano Barzan http://vimeo.com/94204555 @ Tranquilo - Studio Barzan - via Ruggero di Lauria, 15 - Milano Mostra visitabile fino al 5 giugno su appuntamento per informazioni e appuntamenti: espressiooni@gmail.com tel. 393 3690567 - 338 3192716 Ideazione progetto e direzione artistica di Paola Cominato, Donatella D'Angelo e Isabella Sommati. Poesia a cura di Sebastiano Adernò e Nino Iacovella

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra sui film Disney arriva al Mudec

    • dal 19 marzo al 13 settembre 2020
    • Mudec
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 30 agosto 2020
    • Palazzo Reale
  • Chagall, Gauguin e Matisse: la nuova mostra al Museo Diocesano

    • dal 21 febbraio al 4 ottobre 2020
    • Museo Diocesano

I più visti

  • Parte il Drive-in di Milano: come prenotarsi e quali film vedere

    • dal 24 giugno al 5 luglio 2020
    • Parco Nord
  • L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra sui film Disney arriva al Mudec

    • dal 19 marzo al 13 settembre 2020
    • Mudec
  • Cosa fare nel weekend a Milano: mostre e biglietti scontati fino al 40%

    • dal 1 al 30 luglio 2020
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 30 agosto 2020
    • Palazzo Reale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento