Musica scomposta - vol.1

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

“MUSICA SCOMPOSTA” APPRODA AL TEATRO FONTANA PER IL PRIMO CAPITOLO DI RICERCA SONORA: Il Musicista e lo Strumento Un teatro, un palcoscenico, due pianoforti a coda, una virtuosa improvvisazione a cavallo tra musica classica, jazz, colonne sonore e le ricche tradizioni musicali popolari. Due musicisti e i loro strumenti: sono le componenti di un concerto tradizionale. Eppure c’è molto di più da vedere: l’energia invisibile che lega il musicista al proprio strumento, in realtà il cuore della performance musicale. Solitamente si può solo percepirla, “Musica Scomposta” permetterà di “vederla”. Outsound vi invita venerdì 23 novembre alle ore 21 al Teatro Fontana, per vivere il primo capitolo del progetto “Musica Scomposta”, quattro eventi complessivi che si propongono di far vivere al pubblico l’esperienza del concerto in modo unico. “Musica Scomposta” nasce dal desiderio di coinvolgere lo spettatore in un’esperienza immersiva, guidandone la vista e l’ascolto ad un livello più intimo e profondo, scomponendo in ogni appuntamento uno degli aspetti dell’esecuzione musicale. L'alternanza tra buio e luce in armonia con il suono è l'ingrediente fondamentale di quello che vuole essere molto più che uno spettacolo, ma un’autentica ricerca sonora che renda il pubblico partecipe, attivo. In questo primo capitolo, gli spettatori verranno stimolati a cogliere l’energia che scorre tra l’artista e il proprio strumento proprio nel momento in cui prende vita il suono. La luce, sia nella sua totale assenza, che nell’interazione dinamica con il movimento dei musicisti, farà da guida nella scoperta di quest’energia, finalmente visibile sul palcoscenico, resa a tutti gli effetti una terza attrice dell’improvvisazione. Un terzo pianoforte sul palcoscenico, infatti, reagirà agli input dei musicisti, traducendoli in luce, animandosi parallelamente alla corrente d’energia che verrà trasferita dai due pianisti. A condurci in questo viaggio unico nella musica, un duo di pianisti e compositori di fama internazionale: Ivan Dalia e Mell Morcone. Ivan Dalia è un pianista e compositore ispirato e stimolante. Cieco dalla nascita, Ivan ha affrontato tournée indipendenti in Europa con un seguito crescente, ottenendo numerose apparizioni televisive nazionali come solista per le sue composizioni jazz contemporanee, oltre ad essere presentatore di diversi eventi televisivi nazionali; a consacrarlo in ambito televisivo, la sua partecipazione a Italia’s Got Talent 2016, in cui ha conquistato pubblico e giuria, classificandosi al secondo posto Ivan Dalia ha scritto colonne sonore per corti e mediometraggi, eseguite in anteprima nel Regno Unito, Germania, Italia e Spagna. La musica di Ivan è dinamica e diretta, soffusa di ironia, giocosità e grandi influenze: musica classica, jazz e le ricche tradizioni musicali popolari del Sud Italia e del Mediterraneo. Mell Morcone è pianista e compositore, un musicista dalle esperienze poliedriche. E’ attivo come compositore, arrangiatore e trascrittore, anche in ambito teatrale, documentaristico e cinematografico (nel 2008 il film “Diari” di Attilio Azzola, ha vinto il premio “Ecrans Junior” al Festival di Cannes). E’ docente di Tecniche dell’Improvvisazione e di analisi musicale, arrangiamento, composizione, nei corsi Song Writing e Contemporary Writing and Production presso il CPM Music Institute di Milano. Info Venerdì 23 novembre, ore 21.30 / Teatro Fontana - Via Gian Antonio Boltraffio, 21, 20159 Milano MI Metro Isola / Zara, Tram 2/4, Bus 60/90/92 Ticket: 20 euro disponibili online su Mailticket: 20 euro + dp - https://www.mailticket.it/evento/19727 in cassa presso Bachelite cLab (via Vertoiba 3, Milano) Infoline: https://www.facebook.com/events/365578910848020/

Torna su
MilanoToday è in caricamento