Mostra dedicata a Paolo Grassi per il centenario della sua nascita: dal 26 gennaio al 24 marzo a Palazzo Reale

Dal 26 gennaio al 24 marzo presso Palazzo Reale arriva la mostra dedicata a Paolo Grassi: Paolo Grassi, senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione.

A cento anni dalla sua nascita, Milano rende omaggio al genio culturale e imprenditoriale di uno straordinario produttore di idee, innovazioni e progetti che rappresentano ancora oggi uno dei principali valori artistici della città. Ed è proprio seguendo questo obiettivo che il curatore, Fabio Francione, ha scelto come titolo della mostra le stesse parole con cui Grassi si autodefiniva, in una registrazione di tanti anni fa. 

Presentata venerdì 25 gennaio presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale, la mostra è promossa dal Comune di Milano - Cultura, Palazzo Reale e Fondazione Paolo Grassi.

L'esposizione e le sezioni biografiche

L'esposizione si articola in una suddivisione di diverse sezioni biografiche, tutte corredate da foto, oggetti, disegni, quadri ed interviste televisive. Da una sezione dedicata al contesto culturale di "Corrente" ai lavori di Grassi al Piccolo Teatro, fino alla sua sovrintendenza al Teatro alla Scala e alla sua presidenza alla Rai, ogni sezione presenta un importante apparato fotografico che intreccia la biografia di Grassi, i suoi incontri illustri, i viaggi e le tournée, insieme alla sua storia personale.

“La celebrazione che ci porta a ricordare Grassi è anche un momento per noi fertile sulla riflessione degli sviluppi culturali della città” ha affermato l’Assessore alla Cultura Del Corno durante la presentazione della mostra. “In questo percorso si notano alcune costanti del suo genio culturale, come l'attenzione al valore della diffusione della cultura attraverso la garanzia della sua accessibilità. Sono questi valori che hanno permesso che le sperimentazioni del Piccolo e della Scala ai tempi di Grassi abbiano poi funzionato come modelli per numerose istituzioni culturali”.

Una convinzione, quella di Paolo Grassi, sull’importanza della diffusione della cultura che è stata un vero e proprio manifesto, elemento fondativo della vita di una comunità: “è stato uno dei protagonisti della ricostruzione della città nel post guerra" ha concluso Del Corno. "La centralità del teatro pubblico è stato uno degli elementi fondanti che ha portato Milano a trasformarsi da città devastata da macerie ad una straordinaria città dal respiro europeo".

Ingresso gratuito.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio 2018 al 30 giugno 2019
    • Cà Granda
  • Mostra “Leonardo & Warhol in Milano: the Genius Experience”: dal 1 marzo al 30 giugno alla Cripta di San Sepolcro

    • dal 1 marzo al 30 giugno 2019
    • Cripta di San Sepolcro
  • Migliaia di farfalle nere invadono un intero appartamento: ecco la mostra gratuita

    • Gratis
    • dal 3 aprile al 8 luglio 2019
    • Fondazione Adolfo Pini

I più visti

  • Aperitivo gratuito in vigna sui tetti della Galleria

    • dal 13 ottobre 2018 al 31 luglio 2019
    • Highline Galleria
  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio 2018 al 30 giugno 2019
    • Cà Granda
  • “Beyond the Castle”: dal 29 marzo fino a settembre 2019 realtà virtuale al Castello Sforzesco per vivere come un arciere nella Milano rinascimentale

    • dal 29 marzo 2018 al 1 settembre 2019
    • Castello Sforzesco
  • Mostra “Leonardo & Warhol in Milano: the Genius Experience”: dal 1 marzo al 30 giugno alla Cripta di San Sepolcro

    • dal 1 marzo al 30 giugno 2019
    • Cripta di San Sepolcro
Torna su
MilanoToday è in caricamento