Gecko23live: ecco il concerto di Peppe Santangelo nu quartet

Dopo il latin jazz sudamericano di Ney Portilho e il suo Brasil Fusion Quartetto la rassegna Gecko23Live prosegue con una serata di jazz moderno ma con un occhio alla tradizione: Peppe Santangelo Nu Quartet, in occasione dell’esibizione presenterà il suo nuovo disco "My Name Is" (2019).

Capitanato dal sassofonista e compositore Giuseppe Santangelo, il quartetto proporrà brani dal disco di recente pubblicazione, risultato di una lunga collaborazione: un’opera che è allo stesso tempo sia un omaggio ai grandi compositori jazz del ‘900, di cui ha maggiormente subito l’influenza, sia la svolta che indica e delinea la strada artisticamente intrapresa da tempo. Uno sguardo al futuro senza dimenticare il passato. Un concerto intenso, ricco di energia e carica emotiva dunque quello che il Nu Quartet proporrà agli amici di #Gecko23live. Un’intensità data dall’interazione tra i musicisti sul palco insieme a Santangelo: Francesco Di Lenge (batteria), Yazan Greselin (piano) e Gabriele Orsi (chitarra).

«Milano è una città molto attenta al jazz e alla musica improvvisata. Probabilmente ciò è dovuto alla grande affluenza di pubblico straniero ma anche a scuole di musica specializzate che richiamano studenti da tutto il mondo. Inoltre è una vera fucina di artisti: si possono incontrare e instaurare belle collaborazioni, come per fortuna è spesso successo a me per i miei progetti», ha dichiarato Santangelo.
«Da ex direttore artistico di vari jazz club, oltreché da artista, una rassegna come Gecko23Live dimostra grande coraggio nel dare spazio alla musica originale. Ambizione di un progetto che va motivato e appoggiato, in primis dagli stessi artisti. L'esistenza e la sopravvivenza di uno spazio così concepito significa avere in futuro non solo un palco dove potersi esibire ma anche dove poter proporre ad un pubblico attento la propria musica.

Per la serata del 14 marzo proporrò tutti i brani del nuovo disco, "My Name Is", più qualche standard riarrangiato dal quartetto. Un disco interamente dedicato ai grandi compositori di jazz che più mi hanno influenzato, nella cui interpretazione però emerge una mia personale traccia, frutto di un preciso percorso.

La pubblicazione del disco mi vede impegnato in questo periodo in date dal vivo in Italia e all'estero col quartetto. Parallelamente sto proponendo un omaggio a John Coltrane e avrà un seguito in altre date estive il "Jimi Hendrix Jazz Experience", presentato per la prima volta all'apertura di JazzMi con un sold out. Mi sto dedicando inoltre alla realizzazione di video basati sulla riscrittura ed esecuzione di standard insieme a musicisti di grande fama – saranno pubblicati dal mese di aprile – e anche alla stesura di un libro su Dexter Gordon».

PEPPE SANTANGELO NU QUARTET
Santangelo, siciliano di origine e innamorato del sax fin da giovanissimo, ha affiancato agli studi sullo strumento anche quelli teorici, laureandosi in Musicologia all’Università di Palermo con una tesi sul jazz e le sue forme. Si è perfezionato poi alla Civica Accademia di Jazz milanese, dove è entrato a far parte anche della Orchestra Civica, molto attiva dal vivo a livello nazionale e formazione stabile delle stagioni concertistiche del Piccolo Teatro di Milano. È qui che ha avuto modo di suonare accanto a importanti nomi del settore, tra cui Enrico Rava e Jimmy Heath. Parallelamente al Nu Quartet, porta avanti altri progetti di musica originale, come il quartetto Apramada Project con cui ha pubblicato l’album "Darshan".

Sul palco sarà accompagnato da altrettanti virtuosi: Greselin svolge attività didattica e concertistica sia classica che jazz, suona regolarmente col noto chitarrista jazz Gigi Cifarelli e collabora con musicisti italiani e stranieri. Di Lenge, dopo aver suonato nei locali storici del jazz milanese (Le Scimmie, Tangram) ha passato diversi anni negli U.S.A. dove ha studiato al Berklee College of Music di Boston con insegnanti come Kenwood Dennard, Ed Uribe e ha al suo attivo collaborazioni prestigiose con artisti italiani e stranieri, tra cui spiccano John Patitucci e Paolo Fresu. Orsi, chitarrista e compositore, suona in diverse formazioni jazz, fusion, funky con cui ha inciso svariati dischi; ha collaborato con innumerevoli artisti, tra cui Patitucci e il contrabbassista russo Yuri Goloubev.
Una rassegna a cura di ProJam Music in collaborazione con Bluescore Studio

Ingresso concerto + consumazione € 12,00

INFO & PRENOTAZIONI
Gecko23, via Brembo 23 – Milano
02 3657 4530
https://www.facebook.com/gecko23.milano/

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • A Milano il Villaggio di Natale più grande d'Italia: un mega parco a tema di 30mila metri quadrati

    • dal 5 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Ippodromo di San Siro
  • A Milano la maxi mostra dei Lego: intere città e mondi ricostruiti

    • dal 11 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo della Permanente
  • A Palazzo Reale una mostra con opere di Picasso, Monet e Gauguin provenienti dal Guggenheim di New York

    • dal 17 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Reale
  • Milano come Las Vegas: incredibile show gratis giochi d'acqua e luce in Darsena

    • Gratis
    • dal 14 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Darsena
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento