Milano, inaugura la mostra "Real Bodies": in esposizione 50 cadaveri e 450 organi umani

I cadaveri sono già al loro posto. Gli organi anche. E le nuove sezioni, quelle dedicate al mondo animale e a Leonardo, sono ormai pronte e curate nei minimi dettagli. 

È tutto pronto per "Real Bodies, oltre il corpo umano", la mostra che metterà in esposizione a Milano oltre cinquanta corpi interi e 450 organi umani reali. L'appuntamento è dal 6 ottobre al 31 gennaio - da mercoledì a domenica, dalle 10 alle 18 - nello Spazio Ventura 15 a Lambrate. 

Con questa edizione Real Bodies chiude nel capoluogo lombardo il suo tour mondiale prima di diventare mostra permanente in una grande città europea. Un'esposizione che spazia dal più antico metodo di imbalsamazione dei sacerdoti egizi ai più moderni sistemi di conservazione del corpo come la plastinazione, che consiste nel sostituire tutti i liquidi della salma con polimeri, e la crioconservazione che blocca la decomposizione congelando il corpo con l'azoto.

“Con il record di 280.000 visitatori registrato due anni fa” afferma Mauro Rigoni, amministratore unico di Venice Exhibition, “i milanesi e lombardi hanno dimostrato di apprezzare molto Real Bodies che ha lasciato la città quando ancora c'erano attenzione e curiosità verso la mostra. Per questo abbiamo premiato la metropoli tornando con un'edizione speciale completamente rinnovata a cui stiamo lavorando da anni”. “Abbiamo reso ancora più d'impatto il format della mostra” continua Rigoni “organizzando il percorso espositivo come un atlante tridimensionale suddiviso in 12 sezioni, ognuna dedicata ad un particolare apparato corporeo in un percorso emotivo che partirà accostando la meraviglia dei disegni di Da Vinci alla forza espressiva ed alla plasticità dei corpi ed organi plastinati. Questa edizione di Real Bodies sarà particolarmente arricchita da multimediali, tecnologie mediche e biotecnologie”.

Le nuove sezioni di Real Bodies

L'edizione di quest'anno vede proporre 5 nuove sezioni: Biomeccanica e Biomedicina, sulle tecnologie più innovative applicate al corpo umano; Anatomia comparata, con organi umani e animali messi a confronto; Leonardo Da Vinci, con 30 installazioni ispirate ai suoi bozzetti anatomici; Immortalità, sulle tecniche di conservazione dopo la morte; Alcool, fumo e droga, sugli effetti delle dipendenze sul corpo umano.

In occasione del cinquecentenario della morte di Da Vinci, sono presenti 30 installazioni anatomiche ispirate alle sue osservazioni autoptiche. Il percorso parte accostando la meraviglia dei disegni alla forza espressiva e alla plasticità di corpi e organi plastinati come omaggio all’indiscussa l'importanza del genio fiorentino nella storia della medicina legale.

Leonardo fu un vero e proprio pioniere delle moderne tecniche di indagine autoptica, arrivando ad eseguire personalmente nella sua vita almeno 10 autopsie di cadaveri accertate nei suoi scritti, anche se gli studiosi ritengono che siano state molte di più. Il ducato milanese degli Sforza dal 1482 rappresentò un luogo protetto da sguardi indiscreti per Leonardo Da Vinci, che continuò i suoi studi di anatomia fino al 1499. Il riferimento storico è uno dei motivi che ha spinto gli organizzatori a considerare la nuova tappa milanese di Real Bodies anche come un ritorno simbolico a Milano del grande artista fiorentino. Fra le opere esposte, alcune riproducono i più celebri disegni anatomici di Leonardo Da Vinci come la “Figura in orgasmo” - che ha già suscitato tante polemiche -, il “Vitruviano”, oppure lo “Studio embriologico”.

Il confronto col mondo animale

Presenti cervelli, cuori e organi di 30 specie animali a confronto con quelli umani. All'interno della sezione dedicata all'anatomia comparata si potranno analizzare nel dettaglio somiglianze e differenze fra le strutture anatomiche umane e di molti mammiferi che abitano il pianeta Terra. Fra le specie presenti con reperti anatomici ne compaiono molte la cui relazione con gli esseri umani si è consolidata nei millenni fino a divenire addomesticati, ed altre che invece non si sono mai assoggettate al dominio umano.

 In particolare, è ammirabile il cuore plastinato di una megattera che, con il suo metro di larghezza, rappresenta uno dei più grandi muscoli cardiaci in natura. Un organo incredibile per dimensioni e potenza idraulica rapportato a quello umano che è 300-400 volte più piccolo. Basti pensare che il cuore di questo particolare cetaceo ad ogni battito (che ha una frequenza fra le più basse, fra le 10 e le 30 volte al minuto) riesce a pompare fino a 220 litri di sangue in tutta la lunghezza corporea dell'animale di circa 15 metri.

Biomeccanica e biomedicina umana

Madrina della sezione è Chiara Bordi, ribattezzata “Miss Bionica”, arrivata terza al concorso di Miss Italia e prima concorrente della storia ad essere ammessa con una protesi. L’area espositiva permette ai visitatori di approfondire i principi della biomeccanica strettamente correlata con la bioingegneria, l'ortoprotesica, la chinesiologia e l'ingegneria tissutale. Fra le novità presentate in anteprima mondiale c'è il prototipo della hypercar elettrica guidata con sistemi neuronali Prometheus realizzata da Zava Hypercars. 

Ma c'è spazio anche per la tecnologia d'avanguardia già disponibile come il bisturi rigenerativo a risonanza quantica molecolare Vesalius realizzato da Telea Electronic Engineering Srl, pelle e nervi sintetici di Integra LifeSciences. E ancora l'efficientissimo esoscheletro Phoenix messo a disposizione da Ortopedia Orthomedica Variolo, la mano bionica iLimb Quantum di Officine Ortopediche Maria Adelaide con 36 prese personalizzabili e programmabile in bluetooth, infine l'occhio bionico Argus della Second Sight Medical Products. Oltre a molti altri dispositivi forniti da centri di ricerca internazionali e da aziende produttrici di ausili biomedicali.

Gli effetti di fumo e alcol vs immortalità

La mostra ha fatto delle campagne contro le dipendenze nel corso degli anni i suoi manifesti più importanti, per sensibilizzare e responsabilizzare con messaggi appropriati il pubblico più giovane. Nella sezione è possibile osservare gli effetti devastanti delle dipendenze da alcol, fume e droghe sugli organi umani. 

Non solo, sono visibili i polmoni danneggiati dal fumo dei tabagisti, il fegato distrutto dalla cirrosi epatica e gli effetti degli stupefacenti su alcune zone del cervello. Infine sono descritte ed esposte in questa sezione anche le droghe più moderne e i pesanti danni derivanti dal loro utilizzo.

L'area più istruttiva per l'osservazione dal vivo di tutte le possibilità di movimento del corpo è la galleria degli atleti, dove sono esposti cadaveri interi in posizioni anatomiche sportive e immortalati in gesti tecnici di sport per valorizzare il più possibile a livello visivo il complesso muscolare e scheletrico umano. Intere aree espositive sono dedicate a temi come la prevenzione delle malattie, la promozione di uno stile di vita sano grazie al benessere fisico attraverso lo sport, le ultime frontiere della chirurgia ricostruttiva, anche a favore della disabilità,  la ricerca genetica sulle cellule staminali e sul Dna, che promettono all'umanità un futuro senza invecchiamento e malattie degenerative.

Tra le numerose anteprime, spicca quella europea di una capsula russa per la crioconservazione. Nell’area dedicata agli approcci scientifici in grado di permettere all’uomo di prolungare la sua esistenza, è infatti protagonista la Crionica, la tecnologia più avanzata nella conservazione di esseri viventi grazie alle temperature di congelamento garantite dall'azoto liquido.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • A Milano "Real Bodies": la mostra con 500 cadaveri e organi, spazio (anche) agli animali

    • dal 6 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019
    • Spazio Ventura XV
  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio al 31 dicembre 2018
    • Cà Granda
  • Picasso e il mito: la mostra a Milano a Palazzo Reale

    • dal 10 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019
    • Palazzo Reale

I più visti

  • Cripta di San Sepolcro a Milano, la magia dei ritrovamenti dei restauri: le visite notturne

    • dal 21 agosto 2017 al 30 aprile 2019
    • Cripta di San Sepolcro
  • A Milano "Real Bodies": la mostra con 500 cadaveri e organi, spazio (anche) agli animali

    • dal 6 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019
    • Spazio Ventura XV
  • Il percorso dei segreti della Cà Granda tra documenti antichi e 150.000 scheletri

    • dal 27 gennaio al 31 dicembre 2018
    • Cà Granda
  • Picasso e il mito: la mostra a Milano a Palazzo Reale

    • dal 10 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019
    • Palazzo Reale
Torna su
MilanoToday è in caricamento