Da non perdere durante la Design Week: LightHenge di Stefano Boeri

Come anticipato pochi giorni fa, il nuovo quartiere di Porta Nuova ha rispettato le aspettative e si aggiudica il dominio avveniristico di questa Design Week 2018.

Passeggiando tra le torri di Gae Aulenti era già facile immaginare il futuro. Ed ora, con questa installazione di luce, l'idea di Energia Urbana evoluta diventa visibile ed interattiva.

Contenuto e diffuso negli elementi bassi, il progetto è formato da una piattaforma circolare di 8 m di diametro da cui si alza una piccola e fitta foresta di elementi a tronco di cono, alti da 40 cm a 3,5m e slanciati in proporzione all'altezza, tra i quali fermarsi, sedersi, estraniandosi dal contesto.

Edison_Stefano_Boeri_800600-4

Con una doppia anima immateriale che si manifesta di giorno con un accompagnamento sonoro, e al calar della sera con un fascio di luce proiettato verso l'alto che sembra voler stabilire un contatto con civiltà lontane. O forse con il prossimo orizzonte luminoso dell'umanità?

Prima che una forma d'arte, LightHenge è dunque una metafora urbana in miniatura, una piccola anticipazione astratta della città del futuro per accendere l'attenzione su tutti i flussi che attraversiamo e ci attraversano continuamente ogni giorno, ma anche un inatteso paesaggio per i personali momenti di stasi: quelli in cui, a volte, volgiamo lo sguardo verso il cielo.

Con questa iniziativa, Edison prosegue il suo percorso di costruzione di un futuro di energia sostenibile attraverso un ruolo attivo negli ambiti della progettazione e dell’architettura.

Edison, infatti, è stata la prima società energetica a studiare da vicino le moderne soluzioni dei progettisti di interni, a cominciare dalla realizzazione della Casa Elettrica nel 1930 per la Triennale Internazionale delle Arti Decorative ed Industriali Moderne di Monza.

Edison promuove oggi un nuovo tipo di approccio alle crescenti istanze dei centri urbani e delle metropoli, che stimola la conversazione e il confronto tra le diverse figure professionali competenti, per fornire risposte integrate ed efficaci che tengano conto dell’insieme.

La stessa attenzione all’uso sostenibile delle risorse si applica all’ambito domestico con le soluzioni di Smart Living che Edison sviluppa e applica per sostenere le nuove forme di abitare contemporaneo.

All’interno del Distretto, infatti, e a due passi da piazza Gae Aulenti, è possibile sperimentare queste nuove soluzioni approfittando di workshop e laboratori dedicati.

Avete già pianificato la vostra visita?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
MilanoToday è in caricamento