'Segni inconsci'

Sabato 10 novembre 2018 alle ore 17,30 si inaugura la mostra personale di Luigi Profeta “Segni inconsci” presso la galleria Click Art in via Dall’Occo 1 nel centro storico di Cormano (MI), tra cortili e palazzi del 1600.
Opere selezionate dall’artista e opere inedite.
La ricca produzione di Luigi Profeta trae linfa vitale da una continua tensione fra ragione e istintualità, così come tra orientamento al futuro e radicamento in un passato ancestrale.
Questa tensione tra elementi chiaramente agli antipodi trova il suo equilibrio e insieme la sua ragion d’essere nel continuo sforzo di ricerca che l’artista riversa nelle proprie opere.
Non si tratta di una ricerca puramente astratta, ma al contrario di una continua sperimentazione che parte dal contatto diretto con la materia. Materia intesa sia come complesso di materiali che l’artista forgia con la propria creatività, sia come vissuto interiore che è poi quello che, una volta analizzato e sviscerato, fornisce le motivazioni profonde ad un continuo rimettersi in gioco.
Luigi Profeta possiede la capacità davvero rara di partire ogni volta da zero di fronte alla tela. E’ come se l’artista volesse sfidare ogni volta se stesso per andare sempre oltre, come se quanto realizzato fino a ieri, in quanto acquisito, lo percepisse già superato. Una sperimentazione la sua che è scientifica ed emozionale al tempo stesso.
Il che spiega l’equilibrio tra razionalità delle forme e istintualità cromatica che Profeta riesce a sviluppare come segno distintivo della propria arte. Non a caso nelle sue opere convivono allusioni a macchinari e tecnologie di tipo industriale così come richiami a simbolismi di matrice inconscia o primitiva. Ciò a dimostrazione della complessità del background culturale e psicologico di questo artista che non si risparmia in nessun caso mettendo a nudo la propria anima.
Un impegno vissuto in senso assoluto, come totale dedizione di se stesso, anche nelle opere di piccolo formato (che molti grandi artisti si limitano a realizzare come semplice divertissement). Il che lascia presagire una tensione evolutiva che non avrà mai fine, verso livelli di eccellenza che ad oggi possiamo solo vagamente intuire.

Paolo Avanzi

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • A Milano il Villaggio di Natale più grande d'Italia: un mega parco a tema di 30mila metri quadrati

    • dal 5 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Ippodromo di San Siro
  • A Milano la maxi mostra dei Lego: intere città e mondi ricostruiti

    • dal 11 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo della Permanente
  • A Palazzo Reale una mostra con opere di Picasso, Monet e Gauguin provenienti dal Guggenheim di New York

    • dal 17 ottobre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Reale
  • Torna l'Artigiano in fiera 2019: è gratis, ma bisogna registrarsi. Ecco come

    • Gratis
    • dal 30 novembre al 8 dicembre 2019
    • Fieramilano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento