Il vento nel mio giardino

COMUNICATO STAMPA

MOSTRA PERSONALE di Claudio Lucatelli

dal 4 al 26 febbraio 2014

Il vento nel mio giardino

Inaugurazione 4 febbraio 2014 dalle ore 18.30 alle 21

Spazio Tadini via Niccolò Jommelli, 24 Milano

Apertura da martedì a sabato dalle 15.30 alle 19

Un artista materico che raccoglie sulla tela stralci di giornali, fotografie, pagine di libri, cellophane e parole, modificando i riferimenti visivi e giocando con la semantica, le forme e i colori. Un modo di fare pittura che focalizza l'attenzione sulla complessità, la confusione e la precarietà di cui soffre l'uomo contemporaneo. Il titolo della mostra prende spunto dal titolo di un suo lavoro: "Il vento nel mio giardino". Un elemento naturale che più di chiunque altro esemplifica la possibilità di cambiamento casuale delle cose e dell'eventualità di distruggerle.

"E venne il giorno in cui le parole non furono abbastanza e neppure le forme riuscirono a essere e solo i colori sopravvissero, senza coprire le tracce di ciò che accade e fu raccontato". Se visitare una mostra è come entrare in un racconto questa sarebbe la giusta premessa alla visita nel mondo pittorico di Claudio Lucatelli.

L'uomo entra nelle tele di Lucatelli prevalentemente con la parola o solo in frammenti di immagine, quasi mai dipinti ma ripresi da fotografie o ritagli. In molti degli ultimi lavori l'ambientazione è prevalentemente esterna e in questo spazio, che allude al contesto naturale, le immagini, le forme, le parole e i segni si relazionano. Casualità o destino, muovono, agitano, modificano, alterano, scompongono e ricompongono, calmano. Le forze non agiscono mai sull'oggetto, sull'uomo o sul suo prodotto, ma sul costrutto mentale delle cose, sul concetto, sulla categorizzazione delle idee.

La ricerca espressiva dell'artista è in pieno fermento, ma gli elementi compositivi del suo linguaggio pittorico sono ben chiari: si stanno evolvendo verso una pittura sempre più informale in cui è ormai consolidata la scelta del collage e del dialogo tra semantica, semiotica e pittura.

Biografia

Nato a Specchia (LE), architetto laureato in indirizzo Tutela e Recupero dei Beni Storici e Architettonici è cresciuto

artisticamente nella Libera Accademia di Pittura di Vittorio Viviani (esponente del chiarismo lombardo) di Nova Milanese agli inizi degli anni 80.

Coltivando da sempre la passione per la pittura espone la prima volta (una collettiva) nel 1999 nell'ambito della

rassegna "Arte e Movimento" curata dall'artista Pasqualino Colacitti. Sono seguite altre collettive invitato dalla Famiglia Artistica Desiana. Alla Galleria SARGADELOS di Milano nel 2000, al Circolo Culturale "il Pettirosso" sempre a Milano nel 2001, allo spazio espositivo Cento Firme di Lissone nello stesso anno.

Alla Galleria E. Mariani di Seregno nell'ambito della rassegna "il linguaggio figurativo nelle scuole medie" nel 2002

e ancora nello Spazio Cento Firme a Lissone.

I lavori più recenti risentono dell'influsso dell'amico ed artista Giovan Battista Pastorelli esponente del Decostruzionismo Italiano.

Nel 2003 realizza una personale nel Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno in occasione della rassegna" Echi del Salento" e nello stesso anno una personale a Como in S. Pietro in Atrio.

Nel 2012 personale a Specchia (Le) nel Castello Risolo in occasione della manifestazione "Coincidentia Oppositorum".

A Marzo 2013 ospite nel Bianco Art Cafè di Seregno con la rassegna Grida Quieti.

A Dicembre 2013 partecipa alla Collettiva Pro Lampedusa SAVE MY DREAM allo Spazio Tadini di Milano

Alcune testate giornalistiche hanno pubblicato e descritto il suo lavoro, tra queste Il Cittadino, L'Esagono, Nuova Rassegna di Studi Meridionali, il Corriere di Como, la Gazzetta del Mezzogiorno, Qui Salento, Il Quotidiano di Lecce e

il Giornale di Seregno.

Per ulteriori informazioni

Melina Scalise

ms@spaziotadini.it

cell.3664584532

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "L'esercito di Terracotta e il primo imperatore della Cina": la mostra all Fabbrica del Vapore

    • dal 8 novembre 2019 al 5 aprile 2020
    • Fabbrica del Vapore
  • L'esercito di terracotta alla Fabbrica del Vapore. Tutte le informazioni sulla mostra, orari e biglietti

    • dal 8 novembre 2019 al 5 aprile 2020
    • Fabbrica del Vapore
  • A Milano il primo Cinema in un luogo incredibile

    • dal 13 gennaio al 7 giugno 2020
    • Piscina Cozzi
  • Casa Boschi di Stefano, tornano le visite guidate gratis

    • dal 19 ottobre 2019 al 6 giugno 2020
    • Casa Museo Boschi di Stefano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento