Pacchetto 'all inclusive' per evadere: la truffa da oltre 1 miliardo di euro nello studio di Milano

A fornire il "pacchetto" era uno studio di Milano. Venticinque ordinanze di custodia cautelare

Il blitz della guardia di finanza

Oltre un miliardo, stando alla guardia di finanza, frodato al Fisco. Più di 180 milioni di euro sequestrati. E otto persone, tra professionisti e imprenditori, in carcere.

Maxi operazione della guardia di finanza di Brescia, che giovedì ha eseguito ordinanze di custodia cautelare nei confronti di venticinque persone, tutte accusate di frode fiscale. 

Al centro dell'indagine, ha reso noto la Gdf in una nota, è finito uno studio commerciale di Milano - lo studio Gesti, in zona corso XXII marzo, ma a quanto risulta nessuna delle persone coinvolte è iscritta all'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili - che avrebbe fonito ai propri clienti soluzioni e modi - tra cui un "pacchetto all inclusive" - per nascondere i soldi evasi. Il "giro d'affari" della truffa messa in piedi è di 1,364 miliardi di euro, che sarebbero stati frodati al Fisco a partire dal 2015. 

I titolari e i consulenti dello studio milanese - hanno accertato i finanzieri - avrebbero offerto ai propri clienti "una vera e propria assistenza frodatoria fiscale e previdenziale, falsificando le contabilità societarie con fatture inesistenti". Per le società più esigenti, invece, i consulenti del lavoro milanesi avrebbero ideato - ha spiegato ancora la Gdf - "il pacchetto all inclusive con tanto di notaio, domiciliazione fittizia presso uno dei tanti virtual office individuati in Milano, prestanome, tenuta ed aggiornamento della contabilità, fino alla presentazione dei falsi modelli di versamento F24".

Truffa da oltre 1 miliardo di euro nello studio di Milano

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

I reati contestati ai venticinque finiti nei guai - otto sono in carcere, nove ai domiciliari e otto sottoposti all'obbligo di presentazione all'autorità - sono a vario titolo: dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture false, dichiarazione infedele, omessa dichiarazione, occultamento e distruzione di documenti contabili, indebita compensazione, truffa aggravata, bancarotta fraudolenta, impiego di denaro, beni od utilità di provenienza illecita, sostituzione di persona, falsa dichiarazione ad un pubblico ufficiale sulla propria od altrui identità e, soprattutto, l’associazione a delinquere a carico dei responsabili dello studio e dei loro prestanome.

I numeri dello studio milanese sono davvero spaventosi: delle 176 società clienti - ha sottolineato la finanza - 132 sono risultate domiciliate in luoghi falsi - "inventati" proprio dallo studio -, 164 hanno annotato fatture false e - hanno evidenziato le fiamme gialle - "tutte hanno eseguito illecite compensazioni ed occultato la contabilità aziendale".

Titolare dello studio, ha reso noto la Gdf, era Graziano Gesti, quarantaduenne bergamasco. Ad affiancarlo, stando alle indagini, erano Elisabetta Dell'Onore - sua fidanzata, anche lei bergamasca - e Fabrizio Busetti, una sorta di factotum e nipote della donna. 

I finanzieri, su ordine dell'autorità giudiziaria, hanno anche sequestrato 58 auto, 199 case e ventidue terreni per un valore di oltre 180 milioni di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento