menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Bonifica ex Pirelli: il Consiglio di Stato avalla di Palazzo Marino per la tutela dell'ambiente

Nel giugno 2012 Palazzo Marino bocciò quella presentata dalla società, proprietaria di un complesso immobiliare in passato adibito a stabilimento industriale

Immagine di repertorio

Il Consiglio di Stato conferma operato del comune di Milano su bonifica di area ex Pirelli. Lo comunica Palazzo Marino in una nota.

"La tutela dell’ambiente e della piena usufruibilità del territorio cittadino - annuncia il comunicato - sono i principi cardine che muovono l’operato dell’Amministrazione comunale quando decide dei procedimenti di bonifica con cui i responsabili d’inquinamento devono ripristinare la qualità dei suoli dopo l’utilizzo per finalità industriali. Principi riconosciuti dal Consiglio di Stato che, confermando quanto già stabilito dal Tar della Lombardia a gennaio 2013, ha respinto il ricorso della Pirelli Spa contro l’ordinanza con cui il comune di Milano le imponeva di procedere a un’ulteriore analisi di rischio relativa alla bonifica di un’area in via Caviglia 3".
 
Nel giugno 2012 Palazzo Marino bocciò quella presentata dalla società, proprietaria di un complesso immobiliare in passato adibito a stabilimento industriale, perché non sufficiente a garantire la piena usufruibilità dell’area, sulla quale sono presenti diversi insediamenti residenziali, seppur abusivi.

Nel decidere del procedimento di bonifica e nell’imporre un intervento più approfondito, infatti, l’Amministrazione ha ritenuto giusto far prevalere lo stato di fatto dell’area rispetto alla sua formale destinazione urbanistica (il vecchio Prg stabiliva per via Caviglia 3 l’uso a fini industriali e commerciali),  quindi il diritto alla salute e ad un ambiente salubre di tutti i cittadini.
 
“Il territorio è un patrimonio da tutelare e salvaguardare - afferma l’assessore all’Urbanistica, Alessandro Balducci –, ma è anche una ricchezza in continua evoluzione, che cambia e si riqualifica insieme alla città e ai suoi bisogni. Da questo punto di vista le procedure di bonifica rappresentano uno strumento importantissimo per dare nuova qualità ambientale ed urbana. La puntuale applicazione delle norme di legge e le previsioni del nuovo Pgt ci hanno permesso in questi anni di restituire ai cittadini intere parti di Milano, dal Parco Ex Sieroterapico a Santa Giulia, fino alla Biblioteca degli Alberi che presto sorgerà a Porta Nuova“.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Sciopero Trenord, Trenitalia e Italo il 24 e 25 maggio: stop di 21 ore ai treni e rischio caos

    • Cronaca

      Tromba d'aria con forte grandine tra Sudmilano e alto Pavese

    • Cronaca

      Sciopero treni, 21 ore di stop per Trenord, Trenitalia e Italo: orari e fasce di garanzia

    • Incidenti stradali

      Incidente a Noviglio, schianto all’alba sulla provinciale: morto un ragazzo di 26 anni

    Torna su