Orti fioriti sotto le torri di Citylife: sabato 24 e domenica 25 saranno aperti a tutti i cittadini

Nel pieno del traffico milanese, nel quartiere in fermento di Citylife, è nato Orti fioriti, tremila metri quadri di terreno coltivato

Orti fioriti

Angurie, melanzane, rabarbaro e persino piante di liquirizia accanto a zinnie, echinacee, verbene. Nel pieno del traffico milanese, nel quartiere in fermento di Citylife, è nato Orti fioriti, tremila metri quadri di terreno coltivato a ortaggi, piante aromatiche e fiori, destinati gratuitamente ai residenti. Grazie a un accordo tra la società Citylife e Orticola Lombardia, giunto al secondo anno, in quest'area sono stati piantati una settantina tra ortaggi e piante ornamentali.

"L'idea è stata quella di fare un orto vero - ha detto Filippo Pizzoni, ideatore del progetto e vicepresidente di Orticola - più che con l'intenzione di produrre degli ortaggi da mangiare, che per altro vengono consumati dai residenti, per parlare di un orto e quindi fare una operazione didattica".

Il tentativo di imbastire un rapporto tra la frenesia della città e le stagioni della campagna è quello che ha portato Citylife a destinare quest'area alla coltivazione. "Avevamo quest'area al momento non destinata allo sviluppo - ha spiegato Armando Borghi, amministratore delegato di Citylife - per cui abbiamo siglato questo accordo con Orticola Lombardia e abbiamo realizzato questo orto con la volontà di far vedere a scuole e cittadini come la verdura può crescere in un contesto urbano".

Camminando tra le aiuole ci si imbatte in piante di amaranto, si scopre che forma ha la pianta del ricino, si inciampa in barbabietole ormai pronte per la raccolta, e si prende atto, contemporaneamente, che alcuni tentativi falliscono. "Una cosa che abbiamo voluto provare a fare è stato piantare l'anguria - ha detto Pizzoni - che comunque preferisce un clima più meridionale del nostro; poi però abbiamo piantato anche dei girasoli che non ci hanno dato neanche un fiore".

Perchè l'orto è anche sinonimo di delusione, fallimenti a differenza di quanto racconta la tendenza modaiola immortalata nelle foto dei social network: "L'orto è diventato una moda - concorda Pizzoni - per questo abbiamo voluto fare un orto per tutto l'anno per portare le persone a vederlo in tutte le stagioni e non solo nel momento in cui è bellissimo. E' una cosa che richiede tanto impegno ma come tutte le cose dà anche tanta soddisfazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel fine settimana del 24 e 25 settembre gli Orti fioriti resteranno aperti al pubblico dalle 10.30 alle 18.30 per un mercatino e laboratori all'insegna del verde.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Dramma allo studentato del Politecnico di Milano: morta Federica, ricercatrice 27enne

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

Torna su
MilanoToday è in caricamento