Milano, un grande "bosco" in città delimitato dai grattacieli: ecco il futuro di Scalo Farini

Stefano Boeri ha presentato il suo progetto per Scalo Farini. E c'è già l'ok del sindaco Sala

progetto boeri scalo farini-2

Niente palazzi, che dovranno svilupparsi in verticale. Ma porte aperte al verde, agli alberi, alle piante, ai bambini. 

È pronta a trasformarsi in un mega prato per bimbi Scalo Farini, l’area ex ferroviaria che il comune di Milano ha intenzione di recuperare insieme agli altri scali di Porta Genova, Porta Romana e San Cristoforo. 

L’idea è di Stefano Boeri, archistar papà del Bosco Verticale, che ha già trovato l’ok del sindaco. Venerdì mattina, infatti, il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, ha detto del progetto di Boeri: “È molto positivo per almeno due motivi.  Credo si possa partire dallo scalo Farini, poi spesso sugli scali ci sono piccoli dibattiti. Ma bisogna partire subito da uno scalo e potrebbe essere Farini. L’idea di Stefano Boeri di un grande parco per i bambini mi trova favorevolissimo”. 

Al centro del progetto di Boeri, infatti, ci sono proprio i bimbi. A loro è dedicato l’immenso prato che dovrebbe nascere sullo Scalo, delimitato da alberi, piccoli boschi e grattacieli, per occupare quanto meno suolo possibile con gli edifici. 

Lo stesso Boeri, come racconta Il Corriere della Sera, ha ammesso di essersi ispirato al pratone che Fulvio Scaparro voleva per i bambini di Milano, quell’Aulì Ulè che oggi si trova all’Idroscalo.  

“Perché non duplicarlo, a Farini, dunque in centro alla città? - l’idea di Boeri -. L’immagine del pratone racconta che è possibile immaginare uno spazio dei bambini. Portare l’idea forte di Scaparro nel centro della nuova Milano è importante come averla realizzata all’Idroscalo. Nel più grande scalo merci in dismissione”. 

Non solo Scalo Farini, però. Perché ci sono da rimettere a lustro San Cristoforo, Porta Genova e Porta Romana. A loro sta pensando il Wwf con il supporto di Fondazione Cariplo in partnership con Comune di Milano, Cooperativa Eliante e Rete Ferroviaria Italiana e il loro progetto “Rotaie verdi”. In una descrizione: un mega parco verde che dovrebbe nascere sui binari come successo a Parigi e New York

IL PROGETTO ROTAIE VERDI: UN MEGA PARCO PER MILANO 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

Notizie di oggi

  • Niguarda

    Arrestate mamme pusher: 380 chili di droga in casa, i bambini 'chiusi' nel solaio con l'hashish

  • Attualità

    Carabinieri per la prima volta al Binario 21, con loro Liliana Segre: "Qui si perdeva la dignità"

  • Cronaca

    'Armato' di jammer manda ko antitaccheggio sempre nella stessa catena di profumerie: arrestato

  • Sport

    Europa League, il Rapid Vienna per l'Inter

I più letti della settimana

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Incidente a Corsico, auto travolge le persone in attesa del bus: tre feriti, 23enne gravissimo

  • Fabrizio Corona aggredito al bosco della droga di Rogoredo

  • Mega incidente sull'A4, coinvolti 4 camion e 2 auto: autostrada chiusa e coda di oltre 15 km

  • Concorso Esselunga di Natale: in palio 1.000 iPhone. Come partecipare e come funziona

  • Carlo Besta di Milano, rimozione di un tumore cerebrale con laser mininvasivo: prima volta in Europa

Torna su
MilanoToday è in caricamento