Milano, giovedì scatta la rivoluzione di tram e autobus: ecco tutte le nuove linee in servizio

Le modifiche riguardano cinque linee di tram e quattro di autobus. Ecco tutte le novità

Il fatidico giorno è arrivato. Da giovedì 27 aprile entra in vigore la rivoluzione delle linee di tram e autobus studiata dal comune di Milano e Atm per favorire l’efficienza del servizio e unire meglio la periferia al centro città.

Le modifiche, che hanno suscitato non poche polemiche, riguardano i tram 15, 24, 27, 19, 23 e i bus 73, 99, 72 e 80. Alcune linee saranno tagliate, altre allungate e un’altra - la storica 23 - “cancellata”, con immenso dispiacere dei cittadini di Lambrate e Città Studi, già mobilitati nell’estremo tentativo di salvaguardare quello che definiscono un simbolo di Milano. 

Ma la nuova mappa del trasporto pubblico cittadino è ormai disegnata e, da giovedì, “attiva” 

Tram 24 e 15 – Il tram 24 aumenta la frequenza con ventisei corse in più al giorno. Le due linee sostanzialmente si scambiano di capolinea, lasciando l’accessibilità a Duomo invariata: il 15 arriva in via Dogana e il 24 in piazza Fontana. La modifica tiene conto - aveva chiarito Atm - della necessità di migliorare la mobilità in centro, in particolare di piazza Fontana e via Larga dove transitano numerose linee tranviarie e automobilistiche e dove gli eurotram del 15 lunghi trentacinque metri creano problemi di traffico lungo l’asse e gli incroci di via Larga e in piazza Fontana in presenza di due vetture ferme al capolinea. Il 24, infatti, ha in servizio vetture di ventinove metri, con ingombro minore e inevitabilmente meno intralcio.

Tram 19, 23 e 27 – Migliora il servizio del tram 19 che da Roserio - Ospedale Sacco - e i quartieri della periferia nord di Milano prolunga il suo percorso fino a Lambrate FS M2, unendosi e assorbendo l’ex linea tram 23, che di fatto scompare solo di numero. Il capolinea non è più in via Ricasoli - Cairoli -, ma il percorso prosegue su via Meravigli, Duomo, piazza Fontana, sostituendo le tratte delle attuali linee 27 e 23 e consentendo ai passeggeri di attraversare tutto il centro senza cambiare tram e interscambiare così direttamente con M1, M2 e M3. Per il tram 27, proveniente da Mecenate, il capolinea è in piazza Fontana-Duomo e mantiene il collegamento centro-periferia. La tratta fra centro e piazza 6 Febbraio viene assorbita dal tram 19. 

Bus 73 e 99 – La linea 73 allunga il suo percorso da Linate a piazza Diaz. A causa dei cantieri per la costruzione della M4 non passa da San Babila bensì da via Larga e Missori fino in piazza Diaz, offrendo ai passeggeri provenienti dall’asse corso XXII Marzo/viale Corsica una valida alternativa per il collegamento con il centro. Gli spostamenti da e per l’aeroporto saranno semplificati con la possibilità di interscambio diretto con M1 e M3. La linea 99, con il potenziamento del tram 24 e il collegamento Vigentino-Duomo/Fontana, viene arretrata in Ripamonti/Vigentino da via Quaranta. 

Figino, linea 90 - Da maggio nuova - aveva evidenziato Atm -, per rispondere a una forte richiesta da parte dei cittadini del quartiere di Figino, la linea 72 che oggi arriva a San Siro viene sostituita interamente dalla linea 80 per consentire una connessione diretta con De Angeli M1, senza cambiare mezzo e con un maggiore numero di corse. Nei giorni feriali si passa da 175 corse a 189 e non si è più costretti a cambiare mezzo. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

Torna su
MilanoToday è in caricamento