Harmonic shapes. Opere di Agustina Bottoni e Domitilla Biondi

La mostra presenta i lavori al confine tra design e craft di Agustina Bottoni e i bassorilievi su carta di Domitilla Biondi. Le artiste-designer dialogheranno negli spazi della galleria per celebrare l'armonia e la delicatezza in un’esposizione tutta al femminile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

ESH Gallery è lieta di riaprire la stagione espositiva con la mostra HARMONIC SHAPES. Opere di Agustina Bottoni e Domitilla Biondi, organizzata in occasione della Milano Fall Design Week 2018. La mostra presenta il lavoro di due artiste, distanti per background e tecniche utilizzate, che dialogano attraverso un connubio di forme e colori celebrando la delicatezza in un’esposizione tutta al femminile. Agustina Bottoni, designer argentina, dopo il Master in design del prodotto presso la NABA di Milano s’interessa alla ricerca di materiali e tecniche per esplorare i nuovi linguaggi dell’oggetto d’uso quotidiano. I suoi lavori, presentati al Salone del Mobile, Maison & Objet e Triennale Design Museum, abbracciano la precisione del design e la tradizione artigianale dando vita a installazioni scultoree che si distinguono per l’estrema finezza data da tonalità leggere e composizioni sintetiche. L’opera più rappresentativa per dare forma alla relazione tra le due artiste è Melodicware, una scultura sonora in cui il tocco gentile tra i campanelli in ottone attiva un movimento in grado di creare melodie casuali che emanano celestiali note musicali. L’effetto, appositamente scelto dall’artista, crea un rapporto intimo e fugace tra l’opera e la persona donando tranquillità all’ambiente e entrando in tal modo in contatto con le energie sonore ricercate nel lavoro di Domitilla. Domitilla Biondi, laureata in Graphic Design, si dedica da alcuni anni all’incisione di bassorilievi su carta bianca per mezzo di un bisturi, strumento ereditato dalla professione del padre. La modalità di esecuzione di ciascuna opera è un momento di pura connessione con l’ambiente che la circonda e rileva un altro aspetto fondamentale della vita dell’artista. Da alcuni anni infatti è specializzata in suonoterapia e nella pratica meditativa, indagati sia per passione che come vera e propria professione. Per realizzare il singolo intaglio Domitilla si lascia guidare dalle frequenze armoniche presenti nell’ambiente: un momento di pura ispirazione che le permette di realizzare opere uniche e irripetibili. Continua così il viaggio intrapreso dalla galleria per indagare il confine tra arte e design in un percorso volto a celebrare tradizione e contemporaneità. In concomitanza con la settimana autunnale più movimentata di Milano, ESH Gallery ritaglia per il pubblico un angolo di tranquillità nel cuore del Tortona Design District. Un’oasi di pace dove lasciarsi guidare da armonia e leggerezza.

Torna su
MilanoToday è in caricamento