Come evitare i colpi di sonno in auto

Scopri le casue e soprattutto i rimedi per evitare i colpi di sonno in auto

Quando si guida un'auto bisogna prestare attenzione ai segnali del proprio fisico, per capire se si è eccessivamente stanchi e si rischia di avere un colpo di sonno.

Il colpo di sonno è infatti una delle maggiori cause di incidenti stradali, spesso fatali. Il motivo? L'eccessiva stanchezza del conducente, l'abuso di alcolici e droghe, nonché l’elevata velocità del veicolo.

Scopriamo in questa guida i sintomi, le cause e soprattutto i rimedi per evitare di incorrere in questa situazione pericolosa.

Sintomi colpi di sonno

I colpi di sonno mentre si è alla guida non sempre giungono all’improvviso. Il nostro fisico, infatti, ci lancia dei segnali, a cui dobbiamo prestare attenzione.

Il primo indizio che si avverte è quello di un senso di bruciore insistente agli occhi, che tendono a chiudersi sempre più spesso. Diventa difficile anche mettere a fuoco le immagini che abbiamo davanti.

Parallelamente avvertiamo anche un senso di irrequietezza: ci tocchiamo il viso e abbiamo difficoltà a mantenere una traiettoria tranquilla, rischiando di sbandare e avendo un costante calo di attenzione verso il pericolo. E' in questi casi - e con questi sintomi - che diventa necessario fermarsi in un'area di sosta.

Le principali cause

Le cause principali dei colpi di sonno derivano da un insufficiente numero di ore di sonno fatte la notte precedente. Si calcola che se si dorme solo 5 ore per notte, il rischio di essere coinvolto in un incidente stradale è 4 volte più elevato rispetto alla norma.

I rischi aumentano con l’accrescere del numero di ore che si resta alla guida dell’auto, senza mai fare una sosta.

Come evitare colpi di sonno

Per evitare un colpo di sonno mentre si è alla guida, è sufficiente avere dei piccoli accorgimenti. Innanzitutto occorre valutare, insieme al proprio medico, se vi siano malattie che sono causa di sonnolenza. Occorre poi evitare di guidare per lunghi tragitti durante gli orari notturni, perché si è meno vigili e più stanchi. A maggior ragione, durante la notte precedente bisogna dormire bene e concedersi almeno un riposino pomeridiano prima di partire.

A volte, mentre si è alla guda e si avverte sonno, basta fermarsi in un'area di sosta e riposarsi anche soli 20 minuti, prendendo un caffè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Con febbre e sintomatica, donna prende due aerei da Milano fino al Ragusano

Torna su
MilanoToday è in caricamento