Multiculturalità, merito, interdisciplinarietà, confronto internazionale al collegio di milano.

Multiculturalità, merito, interdisciplinarietà, confronto internazionale al Collegio di Milano. Iscrizioni per l’anno accademico 2016/2017 al via

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Iscrizioni per l'anno accademico 2016/2017 al via

I giovani sono la fascia più colpita dalla crisi con oltre il 40% di disoccupazione giovanile Le difficoltà dei giovani riguardano quasi tutte le fasi che caratterizzano il loro ingresso nel mondo del lavoro: ma quella iniziale dove i giovani sentono di più il gap tra la formazione scolastica e le esigenze del mondo produttivo,è particolarmente critica; necessita di progetti mirati per facilitare tale ingresso nell'universo lavoro anche attraverso partnership università impresa. Su questi obiettivi si articola il piano formativo del Collegio delle Università di Milano. Seminari, laboratori, project work, testimonianze e corsi di lingua inglese con certificazione; ma anche servizi di tutorship, career service e relazioni internazionali; questi i driver sui quali punta l'esperienza formativa al Collegio delle Università di Milano. Il Collegio di Milano è un campus interuniversitario, che ha ottenuto dal MIUR, il titolo di Collegio di merito legalmente riconosciuto. È riservato agli studenti, italiani e stranieri, iscritti a sette università milanesi (Università degli Studi di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università Commerciale Luigi Bocconi, IULM, Università degli Studi di Milano Bicocca, Politecnico di Milano, Università Vita-Salute San Raffaele). Al via in questi giorni le iscrizioni al bando di ammissione per l'Anno Accademico 2016-2017; aperto fino al 30 giugno per chi è già iscritto ad un ateneo milanese e fino al 20 luglio 2016 per coloro che si iscrivono al I° anno di Laurea Triennale, anche se non hanno ancora terminato gli esami di maturità. "Multiculturalità, cultura del merito interdisciplinarità, confronto, prospettiva internazionale e sviluppo delle life skills; le parole chiave al Collegio di Milano" spiega il direttore del collegio Stefano Blanco. Tra gli elementi chiave sicuramente il Programma Culturale volto a fornire strumenti per comprendere la complessità della realtà. La vita in una comunità composta da studenti italiani e stranieri -provenienti da tutti i paesi del mondo- con background accademici diversi offre un'esperienza che si rivela di grande stimolo. Gli studenti vengono ammessi a seguito di un'attenta selezione basata sul merito e sulla motivazione. Il processo di selezione tiene conto del curriculum del candidato (es. risultati ottenuti negli ultimi due anni scolastici e di altre esperienze significative, quali volontariato, attività sportive, scoutismo, ecc.) e degli esiti delle prove di selezione. Nato come progetto comune tra gli atenei della città insieme a Comune di Milano, Regione Lombardia, Camera di Commercio, Aspen e Assolombarda, il Collegio di Milano è sostenuto da un gruppo di aziende come Bracco, Edison, Intesa Sanpaolo, Mediaset, Pirelli & C. La proposta del Collegio di Milano prevede una formazione complementare al percorso universitario mirata all'affinamento delle capacità individuali, a un arricchimento culturale e alla crescita personale e professionale. Nella struttura residenziale -progettata dall'Arch. Marco Zanuso- ogni studente vive in una stanza singola, dotata di molteplici servizi e facilities. Il collegio, situato in una splendida area verde di 30.000 metri quadrati, rappresenta un'esperienza di vita e di studio intensa per studenti italiani e stranieri motivati. Per informazioni e per scaricare il bando: www.collegiodimilano.it; admissionsoffice@collegiodimilano.it.

Torna su
MilanoToday è in caricamento