L'omaggio a milano di Luca Maciacchini, tra Gaber, Svampa e Valdi, sabato 26 gennaio alla Camera del lavoro

Luca Maciacchini sarà il protagonista del nuovo appuntamento dell’Atelier con uno spettacolo in equilibrio tra teatro, concerto e cabaret musicale. In programma le composizioni più note di Nanni Stampa, le filastrocche di Walter Valdi e alcune gemme del teatro-canzone di Giorgio Gaber

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

L’Atelier si apre alla canzone lombarda, proposta in forma di teatro- musica da Luca Maciacchini, importante figura di attore e musicista che indaga la canzone e il cabaret milanese: sabato 26 gennaio, nell’auditorium G. Di Vittorio della Camera del Lavoro di Milano (ore 17.30; ingresso 10 euro + 5 euro di tessera), Maciacchini porterà in scena ironici e pungenti quadretti di vita quotidiana, resi noti al grande pubblico da “cantastorie” come Nanni Svampa, filastrocche ingenue e candidamente “stupide” della produzione di Walter Valdi e, infine, brani leggeri e impegnati del teatro-canzone di Giorgio Gaber. Uno spettacolo diretto e lineare, che privilegia la dimensione del racconto inteso come fatto teatrale. Si tratta di quel teatro “povero” che, nato nelle osterie milanesi più di un secolo fa, si è trasformato negli anni Cinquanta in vero e proprio cabaret musicale. Lo spettacolo di Luca Maciacchini richiama melodie e testi che sono entrati da tempo nell’immaginario collettivo e che trovano la loro ideale collocazione in questa proposta nella quale l’improvvisazione verbale, nata dal rapporto con il pubblico, assume un’importanza fondamentale. Dopo la maturità classica, Luca Maciacchini si è diplomato presso la Scuola d’arte drammatica “Paolo Grassi” di Milano e in chitarra classica presso il Conservatorio di Novara. Ha lavorato in teatro con importanti registi e al fianco di noti personaggi del cabaret come Enrico Beruschi e Nanni Svampa (di cui è stato chitarrista) e ha tenuto diversi concerti di chitarra classica. Nel 1999 ha pubblicato il libro “Anima Salva - Le canzoni di Fabrizio De Andrè” e si è aggiudicato numerosi riconoscimenti, tra cui il “Delfino d’argento” e il “Premio per la migliore colonna sonora” alla Settimana della cultura di Foligno con lo spettacolo “Milan l’è on Gran Milan”. È stato voce recitante nel cd “Mozart-Vita e capolavori” uscito in allegato alla rivista “Amadeus”. SABATO 26 GENNAIO, ORE 17.30 Presso l’auditorium G. Di Vittorio della Camera del Lavoro di Milano, in corso di Porta Vittoria 43, si terrà l’undicesimo appuntamento della XXV edizione dell’Atelier Musicale, organizzata dall’associazione culturale Secondo Maggio con la direzione artistica di Maurizio Franco e Giuseppe Garbarino. LUCA MACIACCHINI - OMAGGIO A MILANO TRA GABER, SVAMPA E VALDI Con Luca Maciacchini (chitarra, voce). Programma: brani di Gaber, Svampa e Valdi e canzoni della tradizione milanese. Conduce Maurizio Franco. Ingresso: con tessera di socio (5 euro) e abbonamento (80 euro) o biglietto (10 euro). Per informazioni: 348-3591215 02-5455428. Mail: secondomaggio@alice.it; eury@iol.it On line: www.secondomaggio.it

Torna su
MilanoToday è in caricamento