Quanto può costare un sogno? Ecco l’effetto di un “brusco risveglio”!

Una storia che mette a confronto sogno e realtà, svelando quanto possa essere dura la vita vera

Chi di noi non ha un sogno nel cassetto?

Tutti celiamo qualcosa che vorremmo si avverasse: può essere piccolo o grande, modesto o grandioso, ma è lì, che ci sussurra all’orecchio, ricordandoci della sua esistenza. E quanto ci fantastichiamo, immaginando come sarebbe bello se si realizzasse…ma che cosa saremmo disposti a fare per trasformare un sogno in realtà?

È una delle domande che si è, sicuramente, posto Andrea Serrano (Lorenzo Richelmy) in Dolceroma, il nuovo film della 01 Distribution diretto da Fabio Resinaro, liberamente ispirato al romanzo Dormiremo Da Vecchi di Pino Corrias.

Andrea Serrano (Lorenzo Richelmy) è, infatti, un ragazzo che lavora in un obitorio, ma ha un grande sogno: diventare uno scrittore.

L’occasione arriva con la proposta del noto produttore Oscar Martello (Luca Barbareschi), che vorrebbe fare una trasposizione cinematografica del suo libro Non finisce qui...ma le cose non vanno come ci si sarebbe aspettati: tra scarsi investimenti e un regista (Luca Vecchi) non all’altezza, il film risulta pessimo.

La protagonista, Jacaranda Ponti (Valentina Bellè), distrugge gli hard disk con il montato del film, seguendo il consiglio della sua agente Milly (Iaia Forte). 

Eppure il film deve uscire, Oscar Martello sa che non può andare in bancarotta, come gli fa notare la sua affascinante e facoltosa moglie (Claudia Gerini); senza contare che ha il fiato sul collo del distributore Remo Golia (Armando De Razza).

Così, con la collaborazione di Andrea, attuano un diabolico piano: il rapimento da parte della criminalità organizzata della protagonista del film.

In questo modo, saranno i media a promuovere il film e a portare alle stelle l’hype per l’uscita nelle sale.

In effetti, la truffa sembra funzionare, nonostante lo zelante poliziotto Raul Ventura (Francesco Montanari) abbia qualche sospetto su Martello.

A precipitare la situazione, però, sarà l’improvvisa (e inaspettata) scomparsa di Jacaranda.

Si parla di sogni, forse infranti e della spirale discendente in cui i protagonisti vengono risucchiati nel disperato tentativo di realizzarli…

...tu saresti stato disposto a fare lo stesso?

Qual è il costo di un sogno?

Per scoprirlo, ti aspettiamo al cinema il 4 aprile!

Nell’attesa, guarda il TRAILER:

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento