San Donato, pioggia di insulti su Fb al capogruppo del Partito Democratico

Alessandro Fattorossi, dopo avere difeso una mozione sull'antifascismo, riempito di insulti in un gruppo del social network

Bussolati e Fattorossi (Fb)

Attacchi e insulti su Facebook al capogruppo del Partito Democratico di San Donato, Alessandro Fattorossi, per avere presentato una mozione sull'antifascismo. L'esponente del Pd ha poi sintetizzato - in un intervento scritto sul periodico del Comune - il senso della sua proposta e, in un gruppo sul popolare social network, è stato letteralmente bersagliato.

Nell'intervento Fattorossi in realtà non si riferisce soltanto alla mozione sull'antifascismo ma chiarisce di volere un dibattito politico "nei confini della lealtà personale, della correttezza individuale e del rispetto delle istituzioni". "Non accettiamo che il dissenso - prosegue il dem - si fondi su speculazioni, dicerie, o peggio su insulti, attacchi personali e diffamazione".

Ma almeno in parte la reazione è stata totalmente opposta. Nel gruppo pubblico "San Donato Milanese un comune sotto la lente", infatti, un residente ha postato la foto dell'articolo del giornale comunale commentando così: "L'antifascismo? Ancora con sta cazzata? E questi parlano di democrazia quando non ascoltano loro per primi la voce dei cittadini. Davvero poveri di contenuti e ormai su diversi fronti con le spalle al muro. La cosa che provoca sconforto è vedere parlare senza rispetto un ragazzino di questo calibro. Ma san Donato merita queste persone così saccenti e spocchiose?".

L'intervento ha innescato una serie di risposte dello stesso tenore. "Bimbiminkia del Pd... prima il genietto dei "culi pesanti" e adesso quest'altro fenomeno... auto qualificanti direi...", scrive una. Un altro  posta invece lo screenshot di un volantino elettorale di Fattorossi, che risale però a quando aveva 20 anni e si presentava come studente della Cattolica. 

La solidarietà del Pd e la replica di Fattorossi

Qualcuno per la verità anche sul gruppo Facebook solidarizza con Fattorossi, così come il segretario metropolitano del Pd Pietro Bussolati che parla di "insulti personali e biechi attacchi", nonché di "vero e proprio squadrismo digitale che non contrasta l'avversario sul piano politico ma su quello personale". E riferendosi a Forza Italia, che si è astenuta in consiglio comunale sulla mozione sull'antifascismo (la stessa proposta dall'Anpi e recepita in molti consigli comunali italiani), Bussolati afferma che ha "in parte legittimato una spirale di odio e intolleranza antidemocratica che oggi imperversa contro gli esponenti del Pd di San Donato Milanese".

Poi la replica di Fattorossi, sempre su Facebook. Il capogruppo sandonatese del Pd sottolinea che le informazioni sulla sua biografia sono vecchie e che, nel frattempo, ha conseguito la laurea triennale e quella magistrale ed è impiegato in una multinazionale. E poi afferma che "l'antifascismo non è un tema di sinistra, ma di tutti. Astenersi è un fatto grave". "Non saranno certo un paio di post mendaci ed intimidatori sui social a spaventarmi", conclude.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Milano, dramma a Rogoredo: ragazza di 28 anni muore travolta da un treno in stazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento