Expo, archiviata l'accusa di turbativa d'asta per Beppe Sala

Rimane in piedi il procedimento per falso

Il sindaco Beppe Sala (Repertorio)

Archiviata l'accusa di turbativa d'asta per il sindaco di Milano Giuseppe Sala. L'inchiesta fa riferimento al "maxi appalto" per la piastra di Expo 2015: in quel momento Sala era commissario unico dell'esposizione universale e amministratore delegato di Expo 2015 Spa, la società di gestione dell'evento. 

L'archiviazione era stata richiesta negli scorsi mesi dalla stessa procura generale e disposta ora dal gup di Milano Giovanna Campanile. Sotto accusa era lo scorporo delle forniture di verde a Expo, ma per il gup questo scorporo è stato utilizzato per rientrare nell'importo dell'appalto senza che questo possa essere inteso come turbativa.

Oltre a quella di Sala, sono state archiviate le posizioni di Pierpaolo Perez, Antonio Rognoni e Carlo Chiesa. In un altro filone dell'inchiesta, il sindaco Sala è stato prosciolto dall'accusa di abuso d'ufficio, ma la procura generale ha fatto ricorso, ed è a processo per falso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, la metro cresce ancora: dal governo arrivano i soldi per prolungare la linea rossa

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

Torna su
MilanoToday è in caricamento