Expo, archiviata l'accusa di turbativa d'asta per Beppe Sala

Rimane in piedi il procedimento per falso

Il sindaco Beppe Sala (Repertorio)

Archiviata l'accusa di turbativa d'asta per il sindaco di Milano Giuseppe Sala. L'inchiesta fa riferimento al "maxi appalto" per la piastra di Expo 2015: in quel momento Sala era commissario unico dell'esposizione universale e amministratore delegato di Expo 2015 Spa, la società di gestione dell'evento. 

L'archiviazione era stata richiesta negli scorsi mesi dalla stessa procura generale e disposta ora dal gup di Milano Giovanna Campanile. Sotto accusa era lo scorporo delle forniture di verde a Expo, ma per il gup questo scorporo è stato utilizzato per rientrare nell'importo dell'appalto senza che questo possa essere inteso come turbativa.

Oltre a quella di Sala, sono state archiviate le posizioni di Pierpaolo Perez, Antonio Rognoni e Carlo Chiesa. In un altro filone dell'inchiesta, il sindaco Sala è stato prosciolto dall'accusa di abuso d'ufficio, ma la procura generale ha fatto ricorso, ed è a processo per falso.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Ragazza totalmente nuda sul balcone urla e chiede aiuto: poco prima era a casa del vicino

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento