Il Comune non recede: "Avanti con il bando per i luoghi di culto"

Majorino: "Per combattere la follia fondamentalista, ci vogliono luoghi dove pregare trasparenti"

Preghiera in moschea

Il Comune di Milano non ha alcuna intenzione di recedere sul bando per i luoghi di culto a Milano. 

Nel giorno della tragica sparatoria di Parigi, l'assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino annuncia "che si andrà avanti". 

"Ci chiedono di revocare il bando per i luoghi di culto - spiega in una nota su Fb -. Oggi, ironia della sorte in un giorno tanto triste per tutti, ce lo chiedono sia l'ex vice sindaco Riccardo De Corato che il portavoce del Caim (Coordinamento associazioni islamiche). Sono convinto di due cose a cui non voglio rinunciare. Va garantito il diritto di culto, senza discriminazioni; per combattere la follia fondamentalista (se posso usare queste parole) sono più efficaci i luoghi trasparenti e in regola piuttosto che i garage e gli scantinati".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, grosso incendio in Stazione Centrale: a fuoco un'area dove si rifugiano i clochard

  • Milano, la velina Giulia Calcaterra in ospedale: “Un batterio mi ha bucato il malleolo”. Le foto

  • Uomo trovato impiccato a un albero in un parco di Milano. Indaga la scientifica

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

Torna su
MilanoToday è in caricamento