Lega, Belsito condannato anche in Appello: diffamò Maroni, gli deve 100 mila euro

La condanna in primo grado confermata. Ma i legali: "Ricorreremo in Cassazione"

Belsito

L'ex tesoriere della Lega Francesco Belsito è stato condannato dalla corte d'Appello a sei mesi di reclusione e 100 mila euro di provvisionale per Roberto Maroni, ex governatore della Lombardia. L'Appello ha confermato così la condanna in primo grado: Belsito era a processo per diffamazione nei confronti di Maroni per avere dichiarato, nel 2012 in una dichiarazione pubblicata da "Panorama", che l'ex ministro dell?interno avrebbe ricevuto una tangente da 54 milioni di dollari per una commessa in Libia.

La sentenza d'Appello conferma come detto quella di primo grado del 2017. Secondo i legali dell'ex tesoriere, Belsito non avrebbe autorizzato la pubblicazione delle sue dichiarazioni e nella registrazione delle stesse non vi sarebbe la parola "tangente": gli avvocati hanno annunciato un ricorso in Cassazione contro la condanna.

La reclusione è sospesa mentre la provvisionale è dichiarata immediatamente esecutiva. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento