Beppe Sala: "Mi sto preparando a un secondo mandato, se i cittadini lo vorranno"

Lontano dai vertici del Pd nazionale, il primo cittadino non ha nascosto interesse per un secondo mandato a Palazzo Marino

Beppe Sala

"Mi sto preparando e sto ragionando come se potessi fare due mandati, ma il fatto di ricandidarsi dipenderà dal momento e da come ci arriverò, anche perché bisogna avere il consenso dei cittadini".

Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato nelle scorse ore dell'eventualità di ricandidarsi per un secondo mandato, al termine del primo che si concluderà nel 2021, intervenendo ospite a Radio Deejay da Linus.

In ogni caso, "mi piacerebbe essere ricordato come il sindaco che ha spinto Milano verso l'internazionalizzazione - ha aggiunto - e che ha fatto di più sulle periferie". Proprio sul tema delle periferie "abbiamo destinato risorse ma mi rendo conto che devo fare di più - ha concluso -, sarebbe un grande motivo di orgoglio per me".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla guida del Pd nazionale

Solo qualche giorno fa, il primo cittadino aveva negato di essere interessato alla guida del Pd nazionale, e forse dell'intero centrosinistra. "La mia vita è stata una meraviglia ma è passata anche attraverso tanti problemi" ha spiegato Sala. "Quando hai la fortuna di passare oltre una malattia grave (Sala ha combattuto e vinto un linfoma, ndr) - ha aggiunto - non puoi che essere un uomo cambiato, e io sono cambiato da due punti di vista: primo, rispetto ai problemi che fanno impazzire le persone ho la capacità di dire andiamo avanti; secondo - ha concluso - non faccio più progettualità sul mio futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Con febbre e sintomatica, donna prende due aerei da Milano fino al Ragusano

Torna su
MilanoToday è in caricamento