Berlusconi choc mentre parla alle olgettine: "Mi fa schifo una che va con un negro"

L'ex premier parlava di Balotelli e della Fico. La frase nel video girato di nascosto ad Arcore e depositato agli atti del Ruby Ter

Un frame del video di Berlusconi ad Arcore

Una battuta razzista pesantissima riferita (nel contesto) al bomber Mario Balotelli: l'ha pronunciata Silvio Berlusconi ed è stata registrata da una delle "olgettine" di nascosto con un cellulare, nell'ormai famoso incontro tra l'allora presidente del consiglio e le ragazze delle sue "cene eleganti", svoltosi ad Arcore a Villa San Martino quand'era appena esploso, nel 2011, il caso di Ruby, cioè Karima El Mahroug, la ragazza che a 17 anni frequentava la villa di Berlusconi.

Il video (dal sito GiustiziaMi)

"A me fa schifo una che va con un negro, scusa", esclama Berlusconi a Marysthell Polanco, che in quel momento stava interloquendo con lui. "Ma io son negra, papi", ribatte la soubrette. "No, tu sei abbronzata, lui invece è proprio negro negro", replica ancora l'ex premier. E parte una risata. Si tratta di un altro spezzone del video depositato agli atti del processo Ruby Ter, che inizierà in autunno. Video che, in parte, era stato diffuso dall'Ansa. Questa volta, invece, a diffondere i pochi secondi con la battuta razzista ci ha pensato l'informatissimo sito "GiustiziaMi".

"Riteniamo sia doveroso darne conto", scrive il sito, "considerando il ruolo pubblico che Berlusconi ancora ha, in un momento in cui il tema del razzismo è di lampante attualità. A Mario Balotelli la massima solidarietà per quello che forse non avrebbe voluto sentire e che invece fa ancora tristemente parte dell’armamentario para-umoristico italiano". Parole che non si possono che condividere.

Nell'altra parte del video, quella già diffusa, si sentivano le ragazze che, preoccupate per il loro futuro dopo lo scandalo Ruby, imploravano Berlusconi di trovar loro un contratto a Mediaset; l'ex premier ribatteva che lui ormai a Mediaset non poteva più decidere nulla e che il più rovinato di tutti era stato lui: "Sono quello del bunga bunga a livello mondiale", lamentava, sottolineando che i suoi "meriti da statista" come l'avere "evitato la guerra tra Russia e Georgia" erano dimenticati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • Milano, auto piomba alla fermata del bus in via Novara: due investiti, gravissima una donna

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento