Verde, ciclabili, parchi giochi: le idee più votate per il bilancio partecipativo

Finita la prima fase, accedono alla valutazione tecnica le idee più suppportate per ogni Municipio di Milano

Grande successo per l'idea di una ciclabile sul Ponte della Ghisolfa

Il bilancio partecipativo del Comune di Milano entra nella seconda fase, quella della valutazione tecnica delle proposte risultate maggiormente apprezzate dai cittadini nella prima fase, di votazione online.

Ad accedere alla fase di valutazione tecnica sono le proposte più votate, cinquantuno. Il numero non era predefinito, ma sono "passate" quelle più votate fino a raggiungere la soglia del milione di euro destinato ad ogni Municipio. Il Comune di Milano contatterà coloro che hanno presentato le proposte risultate "vincenti", in modo da farli partecipare alla co-progettazione e co-valutazione. Restano in attesa per possibili ripescaggi le altre proposte. E nulla vieta a giunte e consigli di Municipio di "adottare" qualcuna di queste proposte per farla propria.

Nel Municipio 1, le proposte in valutazione tecnica sono cinque. La più votata (209 supporti) è il progetto "Ca.Sa.", Canonica-Sarpi, con tredici interventi per rendere il quartiere più sicuro e vivibile. Tra questi, nuove panchine, sistemazione di aiuole, cestini con raccolta differenziata, messa in sicurezza di incroci pedonali e così via. Presentatore, un giovane architetto della zona, il 29enne Guido Mozzanica. Le altre proposte in valutazione nel centro storico riguardano l'installazione di servizi pubblici autopulenti, l'inserimento di maggior verde pubblico nei quartieri centrali, la creazione del Brera Art District e di un cammino verde in via Molino delle Armi.

Sono ben 358 i supporti ottenuti dal progetto più votato del Municipio 2, presentato da un altro architetto, Sara Frea, volto a realizzare una rete ciclopedonale nel quartiere di NoLo (North of Loreto), riqualificando alcuni spazi degradati. "Agorà Gobetti" è invece la proposta più supportata (195 voti) nel Municipio 3. Si tratta di una idea di riqualificazione di piazza Gobetti, in zona Lambrate, anche se i suoi giardini sono stati oggetto di recentissimi lavori. 212 i supporti per il progetto più votato nel Municipio 4, un'idea da 400 mila euro per risistemare gli spazi all'aperto delle scuole Martinengo e Pezzani e, di fatto, migliorare la vita scolastica all'aperto di circa mille alunni tra i 3 e i 14 anni, sfruttando al meglio il vasto giardino del comprensorio.

Con 191 supporti, il Municipio 5 "tifa" per la riqualificazione (da mezzo milione di euro) del parchetto tra via Chopin e via Ripamonti, con giochi per bambini, palestra all'aperto, area di svago per picnic. Non passano per un soffio la proposta di pedonalizzare via Ascanio Sforzo e quella di realizzare la "Foresta Chiaravalle". In Municipio 6 "trionfa", con 423 supporti, l'idea dell'ingegnere Roberto Degani di realizzare un'area giochi all'interno del parco Segantini. In Municipio 7 il progetto più supportato (146 voti) è quello della realizzazione di un itinerario ciclopedonale in via Lucca (zona M1 Bisceglie). Tra le due proposte "gemelle" per piazzale Siena, ne passa una (quella dell'ex consigliere di Zona Andrea Giorcelli) mentre resta in attesa quella dell'attuale consgiliere municipale Marco Caineri.

Gli ultimi due Municipio di Milano condividono anche la proposta più supportata: quella della pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa, che ottiene 298 supporti in Municipio 8, 290 in Municipio 9

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • Milano, auto piomba alla fermata del bus in via Novara: due investiti, gravissima una donna

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento