Nel campo rom "più bello d'Europa" (quasi) nessuno paga l'affitto: "Incassato solo il 20%"

Il comune ammette il parziale fallimento: "Incassati 5mila euro a fronte di 25mila". I dati

Una delle case mobili del campo rom

Nel giugno del 2014, poco prima dell'inaugurazione, i tecnici che erano al lavoro e lo stesso comune lo avevano descritto e "fotografato" come il campo rom "più bell'Europa", un'eccellenza tutta italiana. Anni dopo, però, l'incuria e l'abbandono hanno evidentemente lasciato il proprio segno. Un segno che, a quanto pare, è rimasto anche nelle casse del comune di Milano. 

Nel campo nomadi di via Martirano 71 quattro abitanti su cinque non pagano l'affitto. Ad ammetterlo, dopo un'interrogazione della consigliere leghista Silvia Sardone, è stato proprio palazzo Marino, che ha deciso di non nascondere i dati. 

Campo rom Martirano, "buco" negli affitti

"Si interroga il sindaco - si leggeva nel documento della neo europarlamentare - per sapere dal 2014 ad oggi quante famiglie hanno pagato la quota affitto e quante si sono dimostrate insolventi". Ed ecco la risposta, non proprio positiva: "Nei primi anni di attività - spiega Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali - le rette sono state pagate mediamente nel 20% dei casi". Che, fredde cifre alla mano, vuol dire che palazzo Marino ha incassato "circa 5mila euro a fronte dei 25mila dovuti". 

Nel 2018, stando a quanto riferito dal comune sono stati rinnovati i contratti a chi ha pagato una prima quota del piano di rientro del debito, mentre le altre situazioni saranno vagliate con attenzione perché - evidenziano dall'amministrazione - "nel villaggio vivono nuclei particolarmente fragili, anche con minori o neo maggiorenni disabili al 100% e gli abitanti hanno per lo più lavori saltuari". 

Sette famiglie allontanate dal campo 

"A inizio anno sono stata in via Martirano per un sopralluogo e ho trovato uno scenario desolante: casette devastate, carcasse di auto incendiate e smontate, sversamenti di rifiuti liquidi, montagne di elettrodomestici, bici rubate, cavi di rame", il resoconto della Sardone. Che poi attacca: "Di recente, con una delibera di giunta l’amministrazione comunale ha pure approvato un progetto definitivo che prevede lo stanziamento di 270mila euro per interventi di messa in sicurezza e ampliamento del campo rom: soldi sperperati dalla sinistra in nome di un'integrazione che esiste solo nelle favole". 

Foto - Il campo rom di Martirano

rifiuti campo rom martirano bestetti-2

Nel campo di Martirano - dove attualmente sono ospitate tredici famiglie, per un totale di trentuno adulti e diciotto bimbi - "dal 2015 a oggi sono decadute dall’assegnazione sette nuclei famigliari per non aver di fatto rispettato il percorso di legalità stabilito dal Comune".

"Giusto per intenderci - prosegue Silvia Sardone - parliamo di un insediamento che nel luglio del 2018 ha visto un maxi blitz dei carabinieri che ha portato alla luce all’interno del campo un vero e proprio bazar del lusso con occhiali, borse e portafogli di marca, oltre ad arnesi per scassinare serrature, binocoli, scanner, imbracature, mentre nel 2016 in via Martirano una lite tra rom si è conclusa a colpi di pistola". 

Il nuovo futuro del campo rom

Il comune, ad ora, sembra però pronto a riscrivere la storia del campo rom, come ammesso proprio da Majorino nella sua replica. L'idea - si legge nella risposta ufficiale - è "trasformare la funzione del villaggio che sarà utilizzato per l'accoglienza di nuclei famigliari in condizioni di disagio abitativo, con un modello organizzativo diverso e che risponda alle esigenze delle famiglie in situazione di fragilità e che aderiranno a un progetto personalizzato finalizzato all'autonomia". 

"Sarà infatti prevista - conclude l'assessore di palazzo Marino - la presenza diurna e notturna di operatori sociali che svolgeranno sia compiti di custodia che compiti di accompagnamento sociale ed educativo dei nuclei accolti". 

Potrebbe interessarti

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

  • Il fascino del glicine e dove acquistarlo a Milano

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

Torna su
MilanoToday è in caricamento