Sumaya presidente della commissione cultura, Sala: "Scelta delicata"

Il sindaco chiama le forze politiche a un confronto prima di scegliere la consigliera musulmana come presidente della commissione cultura

Sumaya Abdel Qader (facebook.it/sumaya.abdelqader)

"Frenare un attimo e coinvolgere in un confronto tutte le forze politiche". Queste le parole del sindaco di Milano Beppe Sala a commento della candidatura della consigliera musulmana del Pd Sumaya Abdel Qader alla presidenza della commissione cultura di Palazzo Marino. "La commissione cultura è molto delicata e suscita interesse in città", ha continuato il primo cittadino, suggerendo un dialogo tra tutte le parti politiche, "maggioranza in primis", per poi arrivare a una soluzione condivisa.

Le polemiche

La candidatura della consigliera di fede islamica alla presidenza della commissione cultura aveva suscitato molte polemiche nel centrodestra. In particolare, il consigliere regionale leghista Massimiliano Bastoni aveva criticato aspramente la notizia dicendo: "La giunta Sala svende la cultura milanese a quella islamica, sacrifica sull'altare del politicamente corretto la nostra cultura e le nostre tradizioni per avvantaggiare l'Islam. Il sindaco ci dica chiaramente se vuole trasformarci nella succursale della Mecca".

La scelta di candidare Sumaya Abdel Qader a presidente della commissione cultura però ha destato qualche perplessità anche nel centro sinistra. In particolare, gli esponenti della lista civica del sindaco alla consigliera del Pd preferiscono il direttore d'orchestra e figlio del noto oncologo, Alberto Veronesi, che presto sostituirà in Consiglio Elisabetta Strada, eletta in Regione. Sala, intanto, si è detto cauto sulla candidatura della consigliera Pd: "In generale non prendo mai le parti della mia lista, perché non sarebbe nemmeno corretto, ma in questo caso credo che abbiano diritto a chiedere un dibattito profondo".

Sumaya Abdel Qader era stata scelta per il ruolo di presidente della commissione cultura dal suo partito come sostituta di Paola Bocci, passata al consiglio regionale della Lombardia. Il capogruppo del Pd Filippo Barberis aveva argomentato la preferenza definendo Sumaya "la candidata naturale a quel ruolo per la sua esperienza in commissione, dove è già vicepresidente, e la sua stretta collaborazione con l'uscente presidente Bocci". Barberis aveva sottolineato anche il fatto che la candidatura fosse stata fatta in base a un criterio meritocratico, in cui "l'appartenenza religiosa di Sumaya non deve rappresentare un criterio di giudizio".

Critiche alla consigliera

Già due anni fa, quando Sumaya era comparsa tra le liste del Pd, le reazioni erano state accesissime e, sopratutto nel centrodestra, non erano risultate gradite né le sue dichiarazioni contro la politica dello Stato di Israele né la sua presunta vicinanza ai Fratelli Musulmani. Persino alcuni esponenti del Pd di origine ebraica l'avevano attaccata duramente, arrivando a chiederne l'espulsione dal partito. Laureata in biologia, in lingue straniere e in sociologia, la donna è nata in Italia da genitori giordano-palestinesi. Autrice di un'autobiografia intitolata Porto il velo, adoro i Queen, è attiva nel campo dei diritti delle donne. Recentemente era diventata virale la foto da lei pubblicata su Facebook, nella quale parodiando il selfie di Elisa Isoardi, compagna del ministro dell'interno Matteo Salvini, leggeva un libro mentre il marito era intento a stirare.

Sulla questione è anche intervenuto il giornalista e inviato di guerra Toni Capuozzo, autore di un post molto condiviso. Le sue parole sono critiche nei confronti della possibile scelta. "Certo, Londra ha un sindaco musulmano, ma non è sindaco in quanto tale. Certo, guai a discriminare in base alle appartenenze religiose. Ma che il PD milanese candidi alla presidenza della Commissione Cultura Sumaya Abdel Kader mi lascia perplesso. Ha sempre smentito ogni legame con i Fratelli Musulmani, e va bene. Ha criticato duramente Israele e ci mancherebbe altro non fosse legittimo. Presiede un'associazione di donne islamiche intitolata ad Aisha, e non ha mai chiarito, che io sappia, se si tratti di Aisha la cantante, Aisha la figlia di Gheddafi o Aisha la sposa bambina del Profeta - scrive Capuozzo -. Nel suo profilo - sul sito del Comune - si presenta come impegnata contro la discriminazione di genere, impegno meritorio. Ma il solo fatto di portare il velo, scelta libera e rispettabile, nella vita privata come in quella pubblica, mi fa dire che non è il profilo migliore per rappresentare le molte facce della cultura milanese. Se per Cultura - e cultura in una città europea - intendiamo anche valori irrinunciabili quali i diritti della donna, questa non è integrazione, è multiculturalismo distratto, facilone: il contrario di un dialogo franco, rispettoso ma intransigente sui diritti e sui doveri".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (24)

  • Il Signor SIM sicuramente è un comunista musulmano

  • Normale che “Salah” metta una mussulmana, vergognati ! Salvini aiutaci libera Milano da qst gentaglia #PD

  • Avatar anonimo di francesco
    francesco

    io mi chiedo come sia possibile mettere alla cultura una tizia legata ad ambienti terroristici che perora la causa di una cultura religiosa medioevale, che nulla ha che fare con la nostra cultura. Ricordatevi che questa gente ha distrutto l'arte ovunque sia andata spazzando via con l'esplosivo opere di centinaio di anni. Non siate stupidi e aprite gli occhi prima che sia tardi

  • Avatar anonimo di maurizio
    maurizio

    i  musulmani  sono  appestati  bisogna  tenerli  lontano  da  qualsiasi  carica  pubblica.apri  le  orecchie  P.D.

  • Viene il voltastomaco????????????

  • Basta con questi sinistromani

  • Sala mi fa sempre più schifo...invece di distendere gli animi, fa queste uscite che creano solo malumore...non è che si vuole candidare alla segreteria del PD mostrandosi così accogliente e aperto di idee? Ma vada un pò in zona San Siro senza scorta, così, una passeggiata per prendersi un gelato...ma si dimetta per il bene di Milano

  • Non conosco la signora e quindi non giudico la notizia in sé, potrebbe essere una candidatura valida come una pessima, ma adoro troppo vedere tutti i razzisti arrabbiarsi. É davvero divertentissimo guardarli, sono come dei cricetini che corrono nella ruota.

    • Avatar anonimo di francesco
      francesco

      brava creatura, non conosci la signora ma parli in sua difesa. Impara ad usare google e documentati su chi sia questa donna, aldilà della sua fede, che già di persè la squalificherebbe. CAPRA

    • Avatar anonimo di Claudio
      Claudio

      Per lei basta che uno abbia un'idea contraria a quella di uno straniero che si ritrova ad essere razzista...Vi riempite sempre la bocca con il razzismo quando non sapete che dire, una caccia alle streghe... ma si vergogni!!!

  • Mio nonno era comunista mio padre comunista io comunista ( non i pistolini d'oratorio del pd) una cosa mi hanno insegnato, ogni essere umano infagottato di questa o quella religione sarà sempre un traditore.

    • Ed entrambi avevano ragione. Peccato che non tutti lo capiscano.

  • ma sono tutti fumati questi del PD? avanti così, oramai i cittadini italiani siamo già minoranza grazie a questi cretini

  • PD avanti così .... così sparisci proprio, tu e Sala!

  • Ma che si fumano quelli del PD?? Integriamo loro e ci disintegriamo noi.. equo no???

  • Speriamo che questo incubo finisca in fretta e che rimanga solo un ricordo, anche se brutto, di questa giunta e della precedente

    • Scusi, mi vuol dire che la sciura Moratti è stata un buon sindaco? O signur de vimudrun

      • Avatar anonimo di francesco
        francesco

        Scusi ma lei ha notato che Sala non ha inaugurato nessuna opera pubblica dall'inizio del suo mandato? Sa perchè? Perchè pisapippa non ha fatto partire nulla, ha solo infossato di costi le poche opere non ultimate dalla Moratti (mm su tutte). In compenso siamo pieni di zingari, con i debiti dell'expo, di cui l'esimio sindaco si è occupato in prima persona, con i centri sociali che fanno ciò che vogliono e interi quartieri dove gli italiani sono in minoranza e in pericolo. Veda di svegliarsi e si faccia un gio per la città......

  • Esiste qualche occidentale che da loro faccia il presidente, il ministro od altro? Non credo, quindi lasciamo il ruolo a chi la nostra cultura la conosce veramente

  • Signore, fai arrivare in fretta la fine di questa giunta. E che rimanga solo un brutto ricordo.

  • Per carità noi li integriamo, loro a noi nei loro paesi ci integrano....alla terrs

  • il PD pare che giochi a crack quel vecchio gioco in scatola dove vinci se perdi tutto!!!Ricordo Ok il prezzo è giusto dove tutti urlavano 100, 100, 100...oggi il PD con i suoi militanti scandiscono ZERO ZERO ZERO

  • Evidentemente quelli del PD vogliono proprio che Lega trionfi anche a Milano.

    • Eutanasia. Eppure in Italia dovrebbe essere ancora contro la legge. Se non erro.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ragazzino viene investito da un'auto in piazza Oberdan: gravissimo

  • Video

    Incendio in via Silva: a fuoco l'appartamento di accumulatore seriale

  • Eventi

    Inaugurazione Apple Piazza Liberty: il 26 luglio musica, video, illustrazioni e foto

  • Incidenti stradali

    Si schianta e muore contro albero: il cane, illeso, lo veglia fino all'arrivo dei soccorsi

I più letti della settimana

  • Fermato per un controllo in metro, uomo va su tutte le furie: 'Italia di merda, razzisti di merda'

  • Milano, ragazzo si dà fuoco davanti alla polizia: è gravissimo, ustionati anche due agenti. Foto

  • In casa coi fratellini piccoli, giovane stupra la "sorella" 14enne: l'orribile violenza sessuale

  • Milano, anziana sbaglia manovra fuori dalla Chiesa e travolge tutti: donna morta, tre feriti

  • Ragazza di venti anni presa a bottigliate in strada senza motivo: caccia a due aggressori

  • Lite stradale a Milano, un tassista e un cliente picchiano un poliziotto: conducente arrestato

Torna su
MilanoToday è in caricamento