Case popolari del Comune: 11% in buone condizioni, un terzo non paga

I dati della gestione di MM. Secondo Sala, le occupazioni abusive sono diminuite e tornate ai livelli del 2010

Case popolari del Comune di Milano (Repertorio)

Metropolitana Milanese, che gestisce le case popolari di proprietà del Comune di Milano, promette che potranno essere assegnati quasi 2 mila appartamenti sfitti (1.171 per l'esattezza) entro il 31 dicembre 2017. Lo ha reso noto il sindaco Giuseppe Sala, fornendo anche le cifre che la sua giunta intende spendere per la manutenzione straordinaria: 160 milioni di euro in tre anni.

E se le occupazioni abusive (secondo i dati e riguardanti soltanto le case del Comune, non quelle di Aler) sarebbero scese fino ai livelli del 2010, resta un grande problema la morosità. A quanto pare, un inquilino su tre non paga il canone, per intero o in parte. Il Comune intende intervenire su questo, ad esempio portando a 120 i mesi possibili di rateizzazione dei debiti pregressi (oggi è di 24 mesi al massimo). La maggior parte infatti, se non paga, è perché non riesce ad arrivare a fine mese. Di "furbetti" ce ne saranno, ma sono ben pochi. 

Vediamo ora i dati snocciolati da Sala e dal presidente di MM Davide Corritore. E partiamo proprio dalle occupazioni abusive: nel 2015 erano 1.400, oggi 980. Appena l'11% dei 27.945 alloggi è in condizioni soddisfacenti, mentre il 73% avrebbe bisogno di manutenzione. E' qui che intende intervenire il Comune con i 160 milioni in tre anni. Obiettivo, ridurre gli alloggi sfitti (oggi 3.259) fino ad arrivare a 932 entro il 2020. I primi 400 alloggi dovrebbero essere assegnati già ad aprile.

Per il futuro, Sala apre ad una collaborazione tra MM e Aler, i due gestori di case popolari a Milano, ma precisa che un accordo ancora non c'è. "Dobbiamo però sederci attorno a un tavolo", spiega Sala: "Nuove sinergie vanno trovate". Dubbi su una nuova società perché "Aler ha un debito pesante".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di maurizio
    maurizio

    la  maggio  parte  delle prostitute dell'est sono  volontarie per  facili  quadagni.5  anni  di  vita casa comprata  nel  loro  paese.mi commuovo?  

  • Sala si e dimenticato degli spazi comunali occupati dai suoi amici dei Centri sociali abusivi, quelli si che occupano e fanno affari D'oro e tutto a nero.

  • Tra "quasi" 2000 a 1171 c'è una bella differenza...Cmq, per come la vedi io, la casa è un diritto di tutti e nessuno merita di restare in mezzo a una strada...quindi: 1- ristrutturare le case ( ho visto canili in condizioni migliori) 2- fare un indagine dettagliata su gli affittati aiutando le persone in difficoltà e sanzionando o buttando fuori i furbi...

  • Avatar anonimo di maurizio
    maurizio

    il  33,33% non paga affitto secondo  me  è  una valutazione superottimistica.bisognerebbe  costringerli  a  comprare  appartamento occupato considerando  canone  affitto  come  rata  mutuo cioè a  riscatto.chi  non  paga  fuori  dalle  palle.con  il menefreghismo  mascherato  da  buonismo  non  si  va  da  nessuna  parte.

  • Bene, allora un terzo fuori dalle palle, no? la legge e' uguale per tutti e nessuno e' fesso. Basta buonismo e fate leggi molto rigide verso questi pidocchi miserabili che vogliono fare i furbi.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maltempo a Milano, primi allagamenti in città: allerta anche giovedì per il “rischio idraulico”

  • Cronaca

    Cade dal letto e gli si staccano gli elettrodi: paziente cardiopatico morto al San Raffaele

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla A4, camion tampona una macchina: morta una donna di trenta anni

  • Video

    Metroman lascia Milano e si "trasferisce" sui treni della metropolitana di Roma | Video

I più letti della settimana

  • 25 Aprile 2017 a Milano: tutte le manifestazioni in centro e nelle periferie

  • Pass per le corsie preferenziali e parcheggi gratis: l'elenco

  • Festa Liberazione: "Partigiani assassini", tensioni tra estrema destra ed militanti antifascisti

  • Commemorazione dei caduti Rsi: identificati giovani che facevano il saluto romano

  • 25 Aprile: vietata la parata neofascista al Campo X del Cimitero Maggiore

  • Referendum autonomia, Maroni ha deciso: si vota il 22 ottobre come in Veneto

Torna su
MilanoToday è in caricamento